domenica 28 luglio 2013

Un punto di geografia: Gaeta, la valle di Ottajano



Forse questa valle non è nota ai più con questo antico nome, tuttavia esiste ed è un luogo della città che avrebbe la sua parte di storia da narrarvi. Estesa tra la Piana di Sant’Agostino e il monte Dragone, fu il rifugio di molti gaetani che cercarono asilo nel suo immenso verde durante la seconda guerra mondiale. Il monte Dragone è quel monte marcato da un abisso a forma di corno di luna sulla cima. Pare che in quell’abisso fossero stati gettati residui bellici della guerra.  I terreni della valle erano destinati alle diverse coltivazioni e numerosi sono ancora i ruderi delle casette di pietre che si trovano lì. Le stradine esistenti per spostarsi nella valle erano per lo più mulattiere; la più famosa è senz’altro via del colle che ricongiunge il centro di Gaeta alla valle di Ottajano.