mercoledì 6 novembre 2013

Francia: 63 saloni del vino e distillato



Ben sessantatre saloni del vino, del distillato e della gastronomia. È un numero relativamente alto di iniziative realizzate per la promozione di un settore vincente in Francia. L’attenzione riportata all’enologia nel paese dei Galli ha permesso il suo sviluppo e il suo successo su scala mondiale. Tutti questi saloni, queste fiere, non sono organizzate a cadenza annuale, bensì bi annuali o ancora più diradati nel tempo. L’importanza di tali organizzazioni, al di là del numero di visitatori, è vitale per permettere a agenti di un medesimo settore produttivo di condividere gli sforzi, le risorse e le innovazioni. Servono inoltre a dare credibilità e a far sì che si crea una tendenza in qualche modo. Il vino è importante perché molti ne parlano e allora molte persone pensano, elaborano, ricercano e un settore dalla radici antiche diventa una vera e propria fetta di mercato che lo stato francese finanzia e promuove. È quello che tutti ci auspichiamo possa diventare in Italia, perché se le tradizioni enologiche francesi sono di alto livello, anche l’Italia produce buoni vini esportati in tutto il mondo e il vino potrebbe essere una delle industrie, uno dei settori chiave dell’economia italiana. Per ora, ringraziamo tutti i produttori di vino, dai più piccoli