mercoledì 6 novembre 2013

I più antichi distillati: mini storia



Liquore di erbe, liquore di riso, liquore di centifoglia …. Lunga potrebbe essere la lista dei liquori e distillati che conosciamo tutti. Tuttavia quali sono i più antichi? Ecco per voi la risposta!
I distillati sono realizzati a basa di pochi ingredienti. Distillando il vino si ottengono i  cognac o i brandy. Si possono distillare anche le bucce di uva, il mosto o ancora la melassa della canna da zucchero per produrre in questo caso il rum. Le bucce di uva permettono la realizzazione delle grappe. Da quello che invece contiene moltissimo amido invece si ricava la vodka o ancora il whisky. Esistono perfino distillati di origini animali; altri semplicemente si ottengono con la macerazione della frutta oppure mischiando fra di loro due distillati.
Tra i distillati a base di frutta, è nota soprattutto la palinka ungherese, ma nei Balcani si distillano le albicocche, mentre in Svizzera con le ciliegie, si ottiene il Kirsh.  Anche le grappe possono essere a loro volta aromatizzate con la frutta. In Friuli Venezia Giulia, si posso degustare grappe dai diversi sapori, dall’albicocca alla ciliegia. In Messico, la tequila invece è ricavata dalla preparazione di una succulenta, l’agave blu.
La Francia, partendo dalla distillazione dei suoi migliori vini riesce a produrre alcolici pregiati di alto livello come l’armagnac, il cognac. I Francesi con le mele preparano anche il calvados.