martedì 22 aprile 2014

La poesia dei giardini secondo Jacques Delille

Questo articolo è la prima puntata di una lunga serie di articoli dedicati alla posizione occupata dai giardini nella letteratura moderna e contemporanea. Come rubrica della Gazzetta, prenderanno il nome Letteratura, Giardini, Letteratura. Il tema del giardino è un tema ricorrente in molti componimenti poetici. Si prenderà in esame nei prossimi articoli il poema di Jascques Delille, autore francese del Settecento, Les Jardins ou l'art d'embellir les paysages. Si tratta di un poema didascalico che ha lo scopo di insegnare al lettore l'arte di abbellire i paesaggi. Sono evocati numerosi giardini europei e non, come i giardini russi, per esempio. Ognuno di questi è descritto accuratamente dal poeta, il quale, a primo impatto sembra conoscere bene ogni luogo oggetto dei suoi versi. Probabiblmente una delle fonti di ispirazione di Les Jardins è il poeta latino Virgilio. Delille è peraltro noto per le sue traduzioni dal latino al francese, soprattutto per la sua traduzione delle Georgiche. Il topos della natura attirava l'attenzione di molti personaggi famosi dell'epoca di Delille per ragioni non solamente legate all'erudizione o al mondo letterario.