martedì 22 aprile 2014

Minturno, il Garigliano racconta: dai Romani a oggi, la Storia senza fine


Da non perdere il prossimo 27 aprile alle ore 10.30 a Minturno la visita guidata animata Le Memorie del Garigliano a cura dell'Associazione Culturale Lestrigonia. Ecco un altro modo divertente per conoscere meglio l'affascinante Minturnae. La città dalle antiche origini  passò sotto il dominio romano nel 340 a.c. Sita nei pressi del fiume Garigliano, essa apparteneva, prima dell'arrivo dei Romani, alla Pentapoli Aurunca che perse la seconda Guerra Sannitica contro Roma nel 314 a.c. Oggi, Minturno e frazioni offrono a turisti e curiosi la possibilità di scoprire numerosi punti di interesse che riguardano la storia d'Italia dall'Antichità fino ai giorni nostri come il ponte Real Ferdinando, ad esempio. Esso collega il territorio di Minturno alla Regione Campania e si trova proprio a due passi dal comprensorio archeologico. Al momento della sua costruzione, voluta da Ferdinando II, era una realizzazione all'avanguardia dal punto di vista dell'architettura e della tecnologia. Per molto tempo ha garantito i collegamenti tra il sud del Lazio e la Campania, finché, durante la Seconda Guerra mondiale, non è stato parzialmente distrutto. L'Associazione Culturale Lestrigonia propone domenica 27 aprile alle ore 10.30 un meraviglioso viaggio nel tempo che permetterà di ritornare al periodo preunitario per rivivere l'entusiasmo delle scoperte archeologiche e le vicende della battaglia del 1860.