giovedì 12 giugno 2014

Pompei: l'Orestea, al Teatro Grande degli scavi il 28 e 29 giugno 2014

Una "prima volta" che rende l'umanità intera felice, quella della Fondazione INDA che, per la prima volta, appunto, presenterà  l'Orestea di Eschilo al Teatro Grande di Pompei in occasione della riapertura del teatro plurimillenario, i prossimi 28 e 29 giugno. Una scelta, quella di affidare all'INDA - Istituto Nazionale del Dramma Antico che festeggia questo anno il centenario della sua fondazione - la rappresentazione del primo spettacolo messo in scena in questo luogo magico che permette di raggiungere un obiettivo di rilevanza internazionale. Dopo i crolli e le difficoltà di mantenimento del noto sito archeologico, giunge come soave melodia la notizia che proprio sul palco di uno dei più bei teatri al mondo, verrà rappresentata una trilogia del teatro greco, l'unica a essere giunta per intero alla posterità. Un messaggio sublime, in un momento in cui tutto sembra perdere valore, perfino le pietre che compongono le mura della misteriosa Pompei. Come sottolinea il commissario straordinario dell'Inda, Alessandro Giacchetti, attraverso l'arte, si possono mandare messaggi di speranza, valorizzare un patrimonio culturale nazionale caro all'umanità intera. Gli attori di Agamennone, Le Coefore, Le Eumenidi che hanno già calcato il palco del Teatro Greco di Siracusa durante il mese di maggio 2014 aspettano numerosi spettatori per celebrare insieme a tutti, una sopravvivenza, una rinascita, una vittoria attraverso parole scritte più di due mila anni fa.