mercoledì 30 aprile 2014

Laboratori creativi della Fenice: ecco il programma completo!

Ecco finalmente il programma completo con tutte le date utili per l'estate 2014: i lunedì creativi dell'Associazione I Sassolini della Fenice! Tutti i lunedì, a due passi dalla spiaggia di Serapo, la Fenice e i membri dell'Associazione Culturale I Sassolini della Fenice accoglieranno i partecipanti con grande gioia. Pomeriggi di divertimento assicurato!!! I laboratori si svolgeranno tutti in italiano e in una lingua tra francese, olandese, spagnolo e latino, al fine di sensibilizzare i partecipanti a queste lingue. Per informazioni: 3807975325 oppure info@isassolinidellafenice.com!

GIUGNO 2014
23/06: IL CALENDARIO DELL’ESTATE: VISITANDO BRUXELLES
Si tratta di un atelier di pittura svolto in francese, italiano e olandese durante il quale i partecipanti potranno realizzare un calendario usando diverse tecniche di pittura per rappresentare ciò che a loro Bruxelles evoca. Sarà prima dell’esecuzione pittorica presentata la capitale belga, tracciandone in maniera divertente il profilo storico. Il calendario potrà essere usato per appuntarvi i prossimi laboratori.
30/06: IL MIO PRIMO CARTONE ANIMATO
Si tratta di un  laboratorio di disegno che sarà ispirato ai grandi maestri del fumetto belga come Hergé. Il laboratorio si svolgerà in lingua francese e italiana.
LUGLIO 2014
07/07: LE EMOZIONI: REALIZZAZIONE DI CAPPELLI E MASCHERE
Il laboratorio si terrà in lingua italiano, francese, olandese, spagnolo. Ha lo scopo di permettere ai bambini di poter esprimere le loro emozioni in diverse lingue dell’Unione Europea. Si utilizzeranno diverse tecniche per realizzare maschere e cappelli tutte basate sull’impiego di materiali da riciclare.

14/07: ACQUARIO, I PESCI DEL MARE DEL NORD
Si tratta di un laboratorio creativo svolto in francese e olandese che ha lo scopo di fare conoscere ai bambini la costa belga e le principali città balneari, sensibilizzarli al rispetto per l’ambiente attraverso le descrizioni delle tecniche usate in Belgio per la pesca dei gamberetti e di permettere loro di avere un approccio a una cultura che potrebbe sembrare distante.

21/07: POPOLI CELTI: GIOIELLI DI MODA
Si tratta di un laboratorio creativo svolto in francese e olandese che ha lo scopo di partire alla ricerca delle origini delle popolazioni celtiche. Numerose descrizioni saranno eseguite partendo dalle avventure di Asterix e Obelix. I gioielli verranno realizzati con materiale riciclato. Alla fine del laboratorio, si inviteranno anche i genitori dei partecipanti per festeggiare insieme la festa nazionale belga.

 28/07: POMPEI: LA VITA AI TEMPI DEI ROMANI
Si tratta di un laboratorio con nozioni di lingua latina, dedicato alla costruzione di templi romani. Serve a sottolineare la comune origine tra la lingua francese e la lingua italiana, nonché le influenze del latino sulle lingue del ramo germanico.

AGOSTO 2014
04/08: I VULCANI: LABORATORIO DI SCIENZE
Si tratta di un laboratorio di scienze che mira a introdurre qualche nozione di mineralogia, vulcanologia attraverso la realizzazione di un vulcano. Tra i personaggi che verranno presentati in questo laboratorio: Haroun Tazief, Jules Verne et Hergé (per la sua amicizia con il vulcanologo).
11/08: VOYAGE AUTOUR DE LA TERRE
Si tratta di un laboratorio creativo in francese ispirato al romanzo di Jules Verne. A seguito della lettura di alcuni brani dell’opera, i partecipanti dovranno costruire il loro mezzo di trasporto per un viaggio intorno al globo.
18/08: L’ESTATE DI OLAF: BENVENUTI OMINI DI NEVE
Intorno al 15/08, momento durante il quale il caldo si fa insopportabile, si è deciso di realizzare degli omini di neve con i bambini, presentando la canzone di Olaf, eroe dell’ultimo capolavoro Disney.
25/08: LIBRI CON I BAMBINI: SCRIVERE UNA STORIA
Laboratorio creativo in francese che mira alla realizzazione di un libro da parte dei bambini, illustrando sommariamente la storia del libro e della scrittura.
SETTEMBRE 2014
01/09: GIALLO AL CENTRO STUDI: TINTIN ET MILOU
Si permetterà ai partecipanti di partire all’avventura con Tintin, Milou e il capitano per arrestare banditi e salvare la gente onesta. 

Per info e prenotazioni: 3807975325 oppure info@isassolinidellafenice.com

martedì 29 aprile 2014

Bientot en français: la ville de Gaeta selon les étudiants du centre d'études I Sassolini della Fenice

Enfin un projet qui motive les ados! Si la crise rend la vie infernale à qui a envie de la voir rose, on peut considérer que les ados sont ceux qui souffrent le plus la difficile et incompréhensible (pour eux et beaucoup d'autres) situation dans laquelle l'Europe verse actuellement. Comment agir pour leur faire comprendre que, non, ils n'étudient pas pour rien, qu'un jour ils trouveront eux aussi une place dans notre société? Comment leur rendre l'enthousiasme et la force de perservérer quand papa rentre du travail avec son préavis en main ou quand, après des années d'université, on lui promet une belle place à Singapour, logement et moustiques compris dans le déplacement? Non, vraiment, etre parent des ados aujourd'hui, ce n'est pas de la rigolade. Ici, à Gaeta, dans un village qui vit essentiellement de la peche et (en théorie) du tourisme, c'est vraiment compliqué. Pour tenter d'inverser la tendance au pessimisme, les responsables du centre d'études ( qui s'occupent d'aider les enfants et les ados à faire leurs devoirs pendant que les parents sont au travail et qui ouvre ses portes de 15h à 19h30 tous les jours) ont pensé à une nouvelle méthode: s'appuyer sur ce que l'on reconnait comme points faibles. Le visage encore plus sombre que d'habitude, en coeur, les élèves de troisième supérieure  demandent: "et c'est à dire?". Très simple: si tout le monde continue à broyer du noir, on n'en sortira jamais. Il faut donc faire en sorte que ce qui pose problème au développement de la ville devienne un avantage. Et comme cela, les élèves se sont mis à penser. Pas très convaincus quand meme, la directrice du centre leur a montré un reportage sur la Zélande et la façon dont le tourisme y est géré ... il n'y a pas besoin d'etre la capitale d'un empire pour etre un lieu agréable et intéressant. Un peu plus sereins, les ados ont accepté la proposition des éducateurs: créer un manuel en français, d'abord, qui parle des raisons pour lesquelles visiter Gaeta aujourd'hui et peut-etre meme s'y installer. L'idée serait celle de présenter cet ouvrage dans plusieurs langues européennes. La liste des lieux à décrire est déjà faite et dès lundi 5 mai, les cours de français du centre I Sassolini della Fenice se tiendront dans les endroits choisis, pour y trouver la juste inspiration, reprendre la sérénité nécessaire pour avancer et, malgré les difficultés, croire encore en ses reves.

domenica 27 aprile 2014

Musica di sera: l'armonia secondo Valentina Ferraiuolo

Fotografia di Enrico Duratorre - Accademia Fotografica
Armonia e tradizioni per l'apertura dello Yacht Med Festival giovedì 24 aprile 2014: sul palco sale Valentina Ferraiuolo che incanta il pubblico assieme a Marco Pescosolido e Maurizio Stammati come special guest. La giovane artista di Gaeta ha regalato ai suoi numerosi ascoltatori un momento di puro piacere. La nostra redazione, dal suo lato, ha avuto l'immenso onore di potere intervistare il musicista Marco Pescosolido, in esclusiva poche ore dopo il favoloso concerto. Ecco a voi la preziosa intervista a Marco Pescosolido, condotta con gioia dalla vostra devota Fenice.
1. Come mai (talento a parte) siete stati scelti Valentina e tu per l'apertura dello Yacht Med Festival?
Il concerto è stato scelto per l'apertura dello Yacht Med Festival perché questo progetto mira a recuperare la tradizione musicale delle nostre zone.
2. Quale è il tuo rapporto con il mare? L'amore per la musica vi è legato?
Io sono uno di quei classici tipi che ama il mare e non riuscirebbe a farne a meno, in qualunque periodo dell anno. Con la musica c'è una relazione molto stretta; se ci pensi le nostre tradizioni musicali hanno avuto tantissime influenze e contaminazioni fin dall'Antichità proprio grazie ai collegamenti marittimi che hanno reso il nostro approccio melodico e ritmico le caratteristiche tangibili e peculiari della nostra cultura. Basti pensare ai sapori spesso simili della musica napoletana, quella araba, greca o spagnola, tanto da poter tranquillamente affermare che le melodie che sentiamo riecheggiare nei vari porti del Mediterraneo si sono ispirate allo stesso mare, agli stessi richiami dei pescatori, agli stessi ritmi antichi che hanno accompagnato il lavoro e la vita della gente di mare. Io, scegliendo di suonare soprattutto in progetti World music che ricercano e uniscono queste etnie e culture musicali differenti, mi sento molto legato e ispirato dal mare.
 3) Che effetto fa suonare con Valentina Ferraiuolo?
E' piacevole lavorare con lei. Credo sia un'artista per le qualità che ha che merita di fare molta più strada di quella che ha gia percorso fino ad ora, e sono sicuro che ci riuscirà.
4) Quali sono i tuoi programmi futuri?
Per ora, i miei programmi sono con Flamenco Tango Neapolis a Roma il 29 aprile all'Auditorium della Conciliazione in occasione della canonizzazione dei due Papi, Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II. Sarò con Valentina & Trillanima a Latina il 30 aprile, con Ondanueve String Quartet il 17 e 18 maggio a Napoli, ospiti in un concerto a Galleria Toledo. Prossimamente, oltre a altri concerti con questi progetti, ci sono in programma diverse produzioni con l'Orchestra Reale di Caserta e alcuni concerti con Edoardo Bennato e Enzo Avitabile con i quali collaboro da diversi anni.

venerdì 25 aprile 2014

YMF, sicurezza a mare: presentazione del progetto OSMOSI


Un incontro interessante quello organizzato dall'Istituto Italiano di Navigazione durante la prima giornata dello Yacht Med Festival 2014. Seduti nella bellissima sfera che funge da sala conferenza, il Presidente della Camera di Commercio di Latina, Vincenzo Zottola, nonché promotore del festival della nautica a Gaeta, ci introduce l'argomento del convegno: il Progetto Osmosi. Dopo aver ricordato a tutti i present che lo Yacht Med Festiva è "la casa di tutti coloro che hanno a che fare con il mare, comprese le istituzioni", il Presidente lascia la parola al moderatore che riepiloga in maniera lineare le diverse accezioni della parola sicurezza. Lo scopo del progetto OSMOSI è di creare un osservatorio in grado di comprendere l'evoluzione dell'arte della sicurezza in ambito marittimo e portuale e di proporre le soluzioni per affrontare efficacemente le problematiche ancora esistenti. Gradito da parte del pubblico l'intervento a tal proposito della dott.ssa Palmira Petrocelli, già dirrigente IPSEMA, che rimarca l'importanza della sicurezza non come norme da applicare bensì come fattore culturale. Per la dott.ssa Petrocelli, occorre avere la mentalità della sicurezza, il ché significa capire quanto la sicurezza e le regole che permettono di creare contesti sicuri siano fondamentali per l'uomo, l'ambiente e l'economia. Infine, da parte dei partecipanti è stato diverse volte sottolineato il legame tra economia e sicurezza.

Associazione Culturale deComporre: i "deComposti" scompongono Firenze!

Splendido scambio culturale avvenuto a Firenze tra alcuni membri dell'Associazion deComporre e tutti i presenti alla Libreria dei Lettori lo scorso 16 aprile. Sandra Cervone e Erenio Fasano hanno condiviso con il pubblico fiorentino, il poeta e giornalista Enrico Zoi una serata dedicata alla poesia. In questa occasione, i "deComposti" Sandra e Erenio hanno spiegato il ruolo dell'Associazione deComporre nata nel Golfo di Gaeta. Tra le numerose iniziative dell'associazione culturale laziale, spicca tra tutte l'idea di permettere a scrittori disagiati di pubblicare gratuitamente le loro opere. Un'iniziativa non solo letteraria di grande importanza per la storia letteraria, ma anche di grande umanità; una vera testimonianza di un dono sempre più raro oggi: sapere ascoltare. L'associazione deComporre lascia o rende con questa ammirevole iniziativa la voce agli oppressi, a chi grazie ai versi non perde e diffonde speranza. I due membri di deComporre hanno presentato il concorso Un ponte di Parole organizzato al fine di selezionare autori o poeti emergenti stranieri e/o autori italiano che scrivono sul tema dell'imigrazione. Si invita a consultare il bando del concorso letterario Un Ponte di Parole in scadenza il prossimo 31 maggio oppure a scrivere a redazione.decomporre@tiscali.it per maggiori informazioni.
Sandra e Erenio hanno portato quindi a Firenze le loro esperienze e durante la serata presentata da Paolo Ciampi  nella Libreria dei Lettori, hanno letto singolarmente e "intrecciandole" le loro opere, come se fossero un dialogo in versi. Questa meravigliosa tecnica di lettura delle poesie "incrociate" è propria del modo di fare dei Poeti Viandanti di cui Sandra Cervone è co-fondatrice. I poeti viandanti si erano esibiti di recente nel quadro della rassegna Esprimersi in versi: incontro con i poeti del Golfo di Gaeta. Durante l'incontro Donne e Poesia, avvenuto il 16 marzo nella Chiesa Cristiana Avventista di Gaeta, i Poeti Viandanti hanno regalato al pubblico un momento di pura armonia: i versi "incrociati" dei poeti presenti animavano una ballerina di enorme talento. Un successo ben meritato per una Associazione culturale definita dalla stampa locale del capoluogo fiorentino "baluardo della cultura". Attendiamo con impazienza tutte le altre iniziative e ricordiamo ai lettori l'appuntamento del 2 maggio prossimo al Santuario della SS Trinità alla Montagna Spaccata (Gaeta) per la presentazione di Parole dal cuore. Lettera alla mia sposa.

Giallo al museo: un gioco per scoprire

Mancano ancora poche ore alla seconda edizione del Giallo al Museo, la nuova iniziativa culturale proposta dal Museo Diocesano, I Tesori dell'Arte, Amici di Gaeta, ideata dall'Associazione Culturale I Sassolini della Fenice. Questa volta Maigret è a caccia di un fantasma che si nasconde in qualche edificio di Avenue Junot, dove Lognon, un suo ispettore, è stato sparato di notte. Il Giallo al Museo si terrà il 26 aprile alle 17.00. Si aspettano numerosi partecipanti per poter formare delle squadre investigative e aprire così la partecipazione a tanti detective in erba. Il gioco è semplice e porta anche chi non ha mai letto Maigret a scoprire il fascino dei romanzi di Simenon. L'autore belga è conosciuto soprattutto per i gialli ambientati a Parigi, tuttavia ha scritto diverse opere che definiva lui stesso i suoi "veri romanzi". Per citarne qualcuno, Mademoiselle X o ancora Miss Baby. Molte delle sue opere sono state pubblicate su delle riviste e sotto qualche pseudonimo. Per quel che concerne Maigret, la serie di romanzi redatti da Simenon ha ispirato Andrea Camilleri e si potrebbero trovare molti punti in comune tra Montalbano e il commissario parigino. Insomma, sabato 26 aprile, alle 17.00, il museo apre le sue porte per un viaggio inedito nel mondo di Simenon, un viaggio letterario, avvolti dalla Storia che narra il Palazzo de Vio, un viaggio nel tempo e nell'Arte. Non mancate!

mercoledì 23 aprile 2014

Yacht Med Festival 2014: c'est parti les amis (presque)!

Et nous y voilà! Un programme encore plus intéressant que pour les précédentes éditions, scènes pour les spectacles et les concerts, espaces congrès compris, le salon dédié à la construction des yachts et à tout ce qui regarde la navigation de plaisance est enfn sur le point d'ouvrir ses portes! Tout débutera par l'inauguration jeudi 24 avril 2014 à 12.45. La partie médiévale de la ville de Gaeta se transforme pour acceuillir stands, expositeurs et asbl qui offriront au publique venu de toute part produits, activités, nouveautés, conférences et débats sur le thème de la mer et du développement économique que cette précieuse ressource naturelle offre aux habitants des cotes. Actuellement le programme complet se trouve sur le site officiel du Yacht Med Festival - Gaeta. Nous vous invitons à jeter un coup d'oeil!

martedì 22 aprile 2014

La poésie des jardins: le role des espaces verts dans la poésie du XVIII siècle

Cet article est le premier d'une longue série que la rédaction a décidé de dédier à une recherche littéraire commencée il y a quelques années et actuellement encore inachevée. Il s'agit d'analyser les poèmes des auteurs du XVIII siècle pour comprendre quelle place avait exactement le jardin dans les oeuvres de l'époque. Le premier auteur que l'on a pris en considération est Jacques Delille et son oeuvre intitulée Les Jardins ou l'art d'embellir les paysages. Il s'agit d'un poème didactique rédigé pour permettre aux lecteurs de  comprendre l'importance et la beauté des espaces verts plus célèbres d'Europe. Le poème a reçu une grande considération de la part du publique français, ou devrions-nous dire, de la part du publique francophone. L'oeuvre de Delille, érudit de son temps, traducteur des poèmes de Virgile, était destinée à un publique raffiné, capable de percevoir les subtilités de l'art de cultiver un jardin. Tous les styles sont pris en considération: du néoclassique au jardin à l'anglaise. Quel est le réel intéret pour un poète de parler de l'art de construire un jardin en plusieurs milliers de vers? Cette question peut trouver une réponse peut-etre dans notre rubrique LITTERATURE, JARDIN, LITTERATURE.

Minturno, la ville musée aux cent secrets

C'est à l'extreme sud du Latium que se situe la ville de Minturno, connue auparavant sous le nom de Minturnae pendant l'Antiquité et Traetto au Moyen-Age. Il s'agit d'une ville pleine de mystères raconte l'Histoire à partir de l'époque romaine en passant par le Moyen-Age et la période qui précède l'Unité d'Italie (1861). Parmi les merveilles de la ville, le chateau qui se trouve au centre de la cité ancienne, le parc  archéologique où se trouve un splendide amphithéatre employé durant la belle saison pour les concerts, les spectacle de théatre. Il ne faut pas manquer aussi de faire quelques pas sur le pont suspendu plus vieux d'Europe, le pont Real Ferdinando, restauré récemment. le pont avait été partiellement détruit pendant la deuxième guerre mondiale et des années d'abandon n'avaient pas amélioré la situation. On aime aussi Minturno pour ses larges plages avec vue sur la baie de Gaeta, pour ses romantiques sentiers dans la parc naturel qui vous emmènent à la Plage des Cailloux. On adore aussi sa gastronomie, ses produits typiques et les initiatves des restaurateurs des lieux qui tentent de promouvoir les bontés de la campagne et de la mer. Prochainement, il y aura une visite guidée animée du site archéologique et du pont qui permettra aux participants de remonter le temps jusqu'en 1860. L'initiative est proposée par une asbl locale, Lestrigonia. Le Golfe de Gaeta vous dévoile une de ses perles: Minturnae.

Minturno, il Garigliano racconta: dai Romani a oggi, la Storia senza fine


Da non perdere il prossimo 27 aprile alle ore 10.30 a Minturno la visita guidata animata Le Memorie del Garigliano a cura dell'Associazione Culturale Lestrigonia. Ecco un altro modo divertente per conoscere meglio l'affascinante Minturnae. La città dalle antiche origini  passò sotto il dominio romano nel 340 a.c. Sita nei pressi del fiume Garigliano, essa apparteneva, prima dell'arrivo dei Romani, alla Pentapoli Aurunca che perse la seconda Guerra Sannitica contro Roma nel 314 a.c. Oggi, Minturno e frazioni offrono a turisti e curiosi la possibilità di scoprire numerosi punti di interesse che riguardano la storia d'Italia dall'Antichità fino ai giorni nostri come il ponte Real Ferdinando, ad esempio. Esso collega il territorio di Minturno alla Regione Campania e si trova proprio a due passi dal comprensorio archeologico. Al momento della sua costruzione, voluta da Ferdinando II, era una realizzazione all'avanguardia dal punto di vista dell'architettura e della tecnologia. Per molto tempo ha garantito i collegamenti tra il sud del Lazio e la Campania, finché, durante la Seconda Guerra mondiale, non è stato parzialmente distrutto. L'Associazione Culturale Lestrigonia propone domenica 27 aprile alle ore 10.30 un meraviglioso viaggio nel tempo che permetterà di ritornare al periodo preunitario per rivivere l'entusiasmo delle scoperte archeologiche e le vicende della battaglia del 1860. 

La poesia dei giardini secondo Jacques Delille

Questo articolo è la prima puntata di una lunga serie di articoli dedicati alla posizione occupata dai giardini nella letteratura moderna e contemporanea. Come rubrica della Gazzetta, prenderanno il nome Letteratura, Giardini, Letteratura. Il tema del giardino è un tema ricorrente in molti componimenti poetici. Si prenderà in esame nei prossimi articoli il poema di Jascques Delille, autore francese del Settecento, Les Jardins ou l'art d'embellir les paysages. Si tratta di un poema didascalico che ha lo scopo di insegnare al lettore l'arte di abbellire i paesaggi. Sono evocati numerosi giardini europei e non, come i giardini russi, per esempio. Ognuno di questi è descritto accuratamente dal poeta, il quale, a primo impatto sembra conoscere bene ogni luogo oggetto dei suoi versi. Probabiblmente una delle fonti di ispirazione di Les Jardins è il poeta latino Virgilio. Delille è peraltro noto per le sue traduzioni dal latino al francese, soprattutto per la sua traduzione delle Georgiche. Il topos della natura attirava l'attenzione di molti personaggi famosi dell'epoca di Delille per ragioni non solamente legate all'erudizione o al mondo letterario.

lunedì 21 aprile 2014

Maigret e Montalbano, una possibile amicizia?

Se da Parigi sono lontani gli incantevoli paesaggi siciliani, esiste forse un modo per avvicinarli, anche quando nella Ville Lumière la pioggia apporta incessante il suo tocco di romanticismo. Questo modo lo troviamo leggendo Simenon e Camilleri. In un'intervista del 2013, curata dal Corriere della Sera, Camilleri svela il suo reale legame con Georges Simenon, pur non avendolo mai conosciuto. Secondo il creatore di Montalbano, la tecnica del giallo gli è stata insegnata attraverso la messa in scena degli episodi di Maigret. Le similitudini tra i romanzi di Montalbano e di Maigret non sono da ricercare esclusivamente nel lo stile di scrittura, ma anche nel carattere dei personaggi. Per esempio, entrambi i commissari, nell'immaginario dei loro autori, non sono molto giovani. Riflessivi e di grande intelligenza, i commissari sono affiancati da ispettori che presentano anche loro delle cratteristiche comuni. E' interessante notare come l'ispettore Chinquier possa assomigliare all'ispettore Fazio. In Maigret e il fantasma, pubblicato da Adelphi, si legge: (...) Chinquier aveva estratto dalla tasca un taccuino con diverse pagine coperte di nomi e schemini. Anche con lui bisognava essere prudenti per non offenderlo (...). Di contro, in Una Voce di Notte, Camilleri scrive: (...) Fazio s'assittò, si misi 'na mano 'n sacchetta, tirò fora un foglietto (...). Appare evidente che Chinquier e Fazio soffrono di quello che Montalbano definisce complesso dell'anagrafe. Per meglio dire, se a Maigret dava fastidio l'uso di taccuini e folgietti, a Montalbano snervava letteralmente la loro apparizione e, ancora più il fatto che fossero pieni di indicazioni biografiche di scarsa rilevanza.
L'effetto benefico della letteratura risiede in questi piccoli rimandi che possono, a volte, legare per sempre autori, opere e personaggi.

lunedì 14 aprile 2014

L'estate della Fenice: laboratori, divertimento e ... recupero scolastico!

E' ufficiale, l'Associazione i Sassolini della Fenice ha finalmente trovato una sala più grande ove collocare tutti i suoi progetti! Felicissimi i membri fondatori che annunciano così un ricco programma che inizierà il 23 giugno 2014 con un primo laboratorio creativo che permetterà ai partecipanti di visitare Bruxelles: il calendario dell'estate. Tecniche varie di pittura e disegno verranno impiegate per creare un calendario sul quale segnare i successivi appuntamenti con l'associazione e non perdere così l'acquario con i pesci del mare del nord (in italiano, francese, olandese) o ancora la moda celtica (creazione di gioielli celtici) e tanto altro ancora ... quando poi il sole dell'estate farà arrostire tutti sulle spiagge della nostra meravigliosa città, nella sala dell'Associazione I Sassolini della Fenice, arriverà Olaf, l'eroe di Frozen - Il Regno del Ghiaccio, l'ultimo della Disney uscito nelle sale lo scorso inverno. Olaf ci raggiungerà per finalmente vivere l'estate che ha sempre desiderato e a suo seguito, tutta una serie di omini di neve! Ci sarà da divertirsi! Questo appuntamento con Olaf è previsto per il 18 agosto 2014, ma nel frattempo, esploreremo anche i vulcani, si andrà per un giro del mondo ... tutti i laboratori creativi, che si terrano ogni settimana il lunedì a partire del 23 giugno 2014, saranno svolti in più lingue tra italiano, francese, olandese, spagnolo e anche latino. Lo scopo è quello di divertirsi, magari imparando qualcosa di nuovo! Per il resto della settimana, dal martedì al venerdì, saranno attivi i recuperi scolastici in matematica, inglese, francese e italiano. Sarà riservato anche uno spazio alle lezioni private. Qualche domanda? 380 79 75 325! Il programma completo? info@isassolinidellafenice.com

Pomeriggio in Giallo al Museo Diocesano: appuntamento il 26 aprile prossimo!

Appuntamento il 26 aprile prossimo al Museo Diocesano di Gaeta per una nuova inchiesta con il commissario Maigret. E' con gioia che i membri dell'Associazione I Sassolini della Fenice, in collaborazione con il Museo Diocesano e le Associazioni I Tesori dell'Arte, Amici di Gaeta, propongono la seconda edizione del Giallo al Museo. L'iniziativa, proposta durante la settimana Vivi l'Arte Gaeta, aveva riscosso l'attenzione di diversi amanti della cultura e dell'arte che avevano preso parte al gioco, rendendo il pomeriggio del 25 marzo 2014, un pomeriggio fantastico. Questa volta, i detective in erba saranno coinvolti in una strana storia di fantasma. Maigret prende molto a cuore la vicenda: un suo collaboratore è stato aggredito e lotta tra la vita e la morte a l'Hopital Bichat. Sotto la pioggia di un novembre più buio degli altri, tra le vie di Parigi, si nasconde un potenziale assassino ... chi riuscirà a smascherarlo? Chi potrà aiutare il commissario? Voi tutti!!! Vi attendiamo al Museo Diocesano per un pomeriggio davvero straordinario, tra i mille tesori delle splendide sale di palazzo de Vio, con un mistero sul quale fare luce! Per tutte le informazioni necessarie e la prenotazione: 3807975325. Ai partecipanti è richiesto un contributo di 5 euro. Prenotazione obbligatoria

mercoledì 9 aprile 2014

Teatro, gli attori acclamano Ratatouille

Sorprendente la scelta dei giovani attori della truppa teatrale  I Sassolini della Fenice. Mancano ormai poche settimane al loro debutto sul palco e gli attori, dopo lunga riflessione, hanno deciso di sostituire il copione (troppo lungo) dei tre Moschettieri con quello di Ratatouille...numerosi i sospiri dei membri della regia che si ritrovano a dovere ricominciare il loro lavoro di allestimento. Via spade e cavalli! Benvenuti coltelli e padelle!Tuoni, fulmini e la ballata di Camille saranno le note della storia del piccolo roditore. Verdure e formaggi invaderanno il palco. Le sorprese non finiscono: indovinate chi saranno gli interpreti di Anton Ego e la vecchietta? Francesco e Julie! Non mancano le risate in questi pomeriggi di preparazione! Secondo indiscrezioni, questo spettacolo potrebbe rivelare molte altre sorprese...restiamo in attesa. Per i detrattori dei giovani attori della Fenice, riportiamo questa frase di Ego: Not everyone can become a great artist, but a great artist can come from everywhere...ci vediamo a maggio, durante Pazzielle!

Théatre, changement de route à deux mois du spectacle

Il ne manque qu'environs deux mois  au spectacle du 24 mai prochain qui se tiendra durant le festival du jeu et de la famille, Pazzielle, a Gaeta. La troupe du phoenix, qui a travaillé tout l'hiver à la mise en scène des Trois Mousquetaires, a décidé de changer le thème du spectacle. Et les trois mousquetaires ont ainsi cédé les planches à...Ratatouille! Le fer rugissant des épées est remplacé par le vacarme des casseroles de la cuisine du grand chef Gusteau! Un choix audacieux? Sans doute, mais etre un artiste cela veut dire avoir la capacité de surprendre. Les acteurs de la troupe se portent bien et c'est entre mille fous rires que Linguini, Colette et toute la bande s'exercent à réciter un texte qu'ils connaissent encore mieux que leurs poches! Dans les coulisses, l'équipe de la régie est sur le bord de la crise de nerfs: il faut maintenant réadapter les tranquilles scènes en foret à de grouillants décors parisiens...un vrai délire!Deux petites indiscrétions: la première c'est que la vieille dame du début du film de Disney sera interprétée par la directrice artistque en personne, Julie Biasucci...et la deuxième, c'est que Francesco Cioffi sera Anton Ego! En tout cas, on vous tient au courant, et on espère, chers lecteurs, que le public de Pazzielle ait envie de rire...aux éclats!