Visualizzazione post con etichetta Savannah. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Savannah. Mostra tutti i post

sabato 28 giugno 2014

Ascoltavo le maree, Guido Mattioni

Ascoltavo le maree, ecco il primo volume che  la redazione della Gazzetta ha deciso di presentarvi per inaugurare la stagione estiva di letture sotto l'ombrellone! Si tratta di un romanzo pubblicato nel 2013, redatto con tanta passione per la scrittura, per una città e per la vita; una vera rivelazione. L'autore, che abbiamo avuto l'onore di incontrare al Salone di Torino ci ha svelato il punto di partenza del romanzo: la perdita della cara moglie, sebbene non si tratti di una autobiografia.  Guido Mattioni ha espresso le sue impressioni più profonde in questo romanzo strepitoso nonostante il difficile tema scelto.  Attraverso le parole del protagonista, Alberto Landi, emerge un chiaro messaggio di speranza che non svanisce mai, la convinzione malgrado la sofferenza, che si possa ricominciare. Alberto Landi vive a Milano e dopo aver perso la moglie Nina a causa di un'improvvisa malattia, decide di tornare a Savannah dove la coppia aveva trascorso momenti indimenticabili. Lì, lo accoglie una delle città americane più pittoresche, fiera delle sue tradizioni. L'amicizia con alcuni abitanti permette a Alberto di riprendere i fili della sua esistenza, mentre osservare la città di Savannah, il cane sul pontile e il gatto che si tuffa in acqua, permettono a Landi di godere attimi di serenità.  Guido Mattioni in questo racconto coglie il meglio del dolore, la luce nell'oscurità assoluta e la rende agli altri in uno scrigno di circa duecento pagine che si leggono praticamente di un fiato. Tutto inizia con una partenza,  un viaggio in aereo che rievoca mille ricordi. Per il vedovo milanese, il viaggio è soltanto l'inizio, quel che conta, è giungere a Savannah per ritrovare una parte di sé che la città gli aveva rubato. Il romanzo, il cui titolo ne  racchiude l'essenza, riproduce il rumore delle maree, un andare e venire tra realtà e finzione,  tra ricordi e attimi fuggenti, tra notte e giorno. Come fanno le maree, avanti, indietro, con ritmo. Piano piano il lettore assaggia atmosfere passate che si allontanano per dare spazio a impressioni note. Ascoltavo le maree è una lettura meravigliosa non solo per la struttura particolare del romanzo ma anche per lo stile limpido dell'autore, giornalista, caporedattore, vicedirettore per il Giornale e Epoca, fra altre testate. Negli Stati Uniti,  il volume è stato scelto come testo di studio della lignua e della cultura italiana alla Learn Italy di New York. Guido Mattioni è anche l'autore di Soltanto il cielo non ha confini pubblicato da Ink Edizioni. Ascoltavo le maree è disponibile in e-book e in copia cartacea. Per saperne di più sulla casa editrice http://www.inkedizioni.com/; per avere ulteriori informazioni su Ascoltavo le maree Fb - Pagina Ascoltavo le maree. Altamente consigliato.