Visualizzazione post con etichetta illibrodellasettimana. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta illibrodellasettimana. Mostra tutti i post

martedì 7 maggio 2013

Il libro della settimana: Vorrei essere un pirata


In attesa della presentazione del libro di Adriano Madonna, in occasione della Mostra Internazionale Libridimare, ho notato a bordo della Nave Scuola “Giorgio Cini” della Guardia di Finanza questo volume dedicato ai bambini: Vorrei essere un pirata. Il libro mi ha colpito per l’idea originale che trascina i nostri piccoli in un mondo fantastico e lascia libero corso all’immaginazione. Poiché è ricco anche di inserti tattili, questo racconto è rivolto a un pubblico dai tre anni in su. Ricordo ai lettori quanto sia necessario leggere delle storie ai nostri piccoli perché sviluppino una buona conoscenza della loro lingua madre, ma anche perché possano immaginare e dare spazio alla fantasia non condizionata da supporti audio e da immagini in movimento.  
Consigliato.

mercoledì 1 maggio 2013

Il Libro della Settimana: Il mare in tasca



E’ nel quadro della Mostra Internazionale Libridimare organizzata a bordo della Nave scuola della Guardia di Finanza “Giorgio Cini” che ha avuto luogo la presentazione dell’ultimo libro di Adriano Madonna.
L’ex caporedattore della nota rivista Il Subacqueo torna a incantare i lettori con un’idea originale e davvero utile per tutti gli amanti del mare: Il Mare in Tasca. Tutto nasce, come lo racconta l’autore stesso, da una domanda che ci poniamo quando incontriamo specie marine che non conosciamo: che cosa è? Il Mare in Tasca è la risposta a questa domanda e a tante altre come dove vive? Quali sono le sue abitudini? L’ultimo volume dello scrittore gaetano conta ben oltre 200 immagini tratte dal suo archivio fotografico (donato all’Università degli Studi Federico II di Napoli e lasciato a disposizione degli studenti di biologia marina) con relative didascalie. Interamente plastificato, questa mini enciclopedia degli organismi viventi del nostro mare può essere completamente immersa e portata con sé in barca o in spiaggia. Un comodo approccio alla cultura, quella vera che permette di conoscere e amare il mondo che ci circonda.
Altamente consigliato.