Visualizzazione post con etichetta iniziativedellafenice. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta iniziativedellafenice. Mostra tutti i post

venerdì 30 maggio 2014

Ratatouille: il successo della truppa della Fenice!


Foto a cura di Accademia Fotografica
Venerdì 23 maggio magico per gli attori della truppa teatrale della Fenice! Davanti a un pubblico di circa settanta persone, piccoli e grandi, Linguini, Colette, lo chef Skinner, i topini e gli altri personaggi si sono esibiti al massimo delle loro potenzialità! Un'esplosione di voce, voli di carote e scarola mentre il pubblico di genitori e spettatori veniva travolto dal ridere. Difficile non notare la bravura dei più piccoli della truppa: Gaia e Matteo, i quali, con la loro presenza, la loro espressività sul palco hanno dato al pubblico una gioia immensa. Rémi e Emile hanno mostrato particolare abilità nel recitare con la maschera e hanno illustrato al meglio il carattere fugace dei topi Disney. Per quanto concerne lo staf della cucina di Gusteau...che dire? Riprendiamo l'espressione del sorprendente critico Ego: Magnifique! I sabati di prove, l'ansia per gli ultimi arrangiamenti sonori, le cadute e gli esercizi teatrali mancano già ai giovani membri della truppa che riprenderà le sue attività a settembre, quando i raggi del sole si faranno meno forti. Per ora, resta a loro e ai loro insegnanti un bellissimo ricordo dopo tanta fatica. Mettere in scena un cartone animato è meraviglioso quanto difficile perché non si vuole perdere la magia di chi lo ha disegnato e allo stesso tempo, si vorrebbe forzare la realtà per vederla più...colorata!!! Rimane una domanda ora alla quale ancora non è giunta la risposta: chi sa cosa la truppa della Fenice metterà in scena per l'anno 2015?

martedì 6 maggio 2014

Progetto guida turistica in francese: lunedì 5 maggio, in visita del primo sito!

Entusiasti e "liberi" di apprendere, così sembravano gli studenti del progetto Centro Studi dell'Associazione Culturale I Sassoli della Fenice che ieri sono usciti dalle mura della sede per "esplorare"  la spiaggia di Serapo come se vi fossero andati per la prima volta. Tante sorprese per i tre motivati studenti che hanno aderito al progetto proposto dai membri del direttivo dell'associazione della Fenice: le lezioni di lingua in loco hanno effetti benefici! La mini guida turistica in francese è un progetto nato per spingere gli studenti a rivalutare il territorio nel quale vivono e nello stesso tempo a comunicare un'esperienza concreta in una lingua straniera, un piccolo passo per superare la crisi che investe tutti i settori e butta giù il morale degli adolescenti. Essi, più di tutti si sentono inadeguati e incapaci di interagire con la realtà. "E' importante", sostengono i membri dell'associazione culturale, "che i ragazzi si rendano conto che il francese (e le lingue straniere in generale) non è una materia in più per la quale studiare e fare i compiti, ma un mezzo, un potente mezzo per relazionarsi con il mondo,per esprimere i propri pensieri". La guida sarà allestita in versione digitale e illustrata con fotografie scattate dagli studenti stessi con la piccola macchinetta fotografica dell'associazione. Le fotografie scelte non rappresentano sempre e solo la bellezza di Gaeta, come lo si potrebbe aspettare per una guida classica. Gli studenti che scrivono articoli sui luoghi in prima persona, segnalano anche gli aspetti che li rendono meno fieri di Gaeta e di ciò che vi accade. Questo progetto dell'Associazione I Sassolini della Fenice intitolato Jouer pour apprendere - Découvertes è "la puntata zero" di un'altra serie di sviluppi dell'iniziativa in quanto, i ragazzi più piccoli del centro studi hanno già creato un elenco di prenotazione per l'edizione di maggio 2015.

Murder party Giallo al Museo Diocesano: rdv il 18 maggio!

Fotografia Enrico Duratorre - Accademia Fotografica
Dopo il successo dello scorso 26 aprile, torna Maigret! Un nuovo appuntamento organizzato dall'Associazione Culturale I Sassolini della Fenice, I Tesori dell'Arte, Amici di Gaeta in collaborazione con il Museo Diocesano con il commissario di Parigi per rendere la vostra domenica 18 maggio speciale! Questa volta il gioco è aperto a ben 18 giocatori, che potranno partecipare accedendo alle prevendite per l'evento. Il giallo al museo è un'iniziativa fuori dal comune che mira al raggiungimento di diversi obiettivi: da una parte, ricordare Simenon, dall'altra permettere una visita totalmente alternativa del museo diocesano e creare momenti di condivisione. Si tratta di un momento di gioco, durante il quale persone motivate fanno squadra per risolvere un caso. Il giallo al museo è anche un buon metodo per leggere un libro senza dovere acquistarlo e conoscere in questo modo qualche strategia impiegata dall'autore per creare la suspense. Un momento di cultura e di svago a basso costo, quello del giallo al museo. Già richiestissimo in altre città italiane e all'estero, il gioco di ruolo murder party, è stato spesso proposto come metateatro. A Gaeta, nel museo diocesano, invitiamo voi, cari lettori, a giocare!!! La partecipazione è aperta a partire da 14 anni, piccoli curiosi, siete pronti? Prevendita al 3807975325 oppure al 3898256341. Il contributo è di 5 euro a partecipante.

mercoledì 30 aprile 2014

Laboratori creativi della Fenice: ecco il programma completo!

Ecco finalmente il programma completo con tutte le date utili per l'estate 2014: i lunedì creativi dell'Associazione I Sassolini della Fenice! Tutti i lunedì, a due passi dalla spiaggia di Serapo, la Fenice e i membri dell'Associazione Culturale I Sassolini della Fenice accoglieranno i partecipanti con grande gioia. Pomeriggi di divertimento assicurato!!! I laboratori si svolgeranno tutti in italiano e in una lingua tra francese, olandese, spagnolo e latino, al fine di sensibilizzare i partecipanti a queste lingue. Per informazioni: 3807975325 oppure info@isassolinidellafenice.com!

GIUGNO 2014
23/06: IL CALENDARIO DELL’ESTATE: VISITANDO BRUXELLES
Si tratta di un atelier di pittura svolto in francese, italiano e olandese durante il quale i partecipanti potranno realizzare un calendario usando diverse tecniche di pittura per rappresentare ciò che a loro Bruxelles evoca. Sarà prima dell’esecuzione pittorica presentata la capitale belga, tracciandone in maniera divertente il profilo storico. Il calendario potrà essere usato per appuntarvi i prossimi laboratori.
30/06: IL MIO PRIMO CARTONE ANIMATO
Si tratta di un  laboratorio di disegno che sarà ispirato ai grandi maestri del fumetto belga come Hergé. Il laboratorio si svolgerà in lingua francese e italiana.
LUGLIO 2014
07/07: LE EMOZIONI: REALIZZAZIONE DI CAPPELLI E MASCHERE
Il laboratorio si terrà in lingua italiano, francese, olandese, spagnolo. Ha lo scopo di permettere ai bambini di poter esprimere le loro emozioni in diverse lingue dell’Unione Europea. Si utilizzeranno diverse tecniche per realizzare maschere e cappelli tutte basate sull’impiego di materiali da riciclare.

14/07: ACQUARIO, I PESCI DEL MARE DEL NORD
Si tratta di un laboratorio creativo svolto in francese e olandese che ha lo scopo di fare conoscere ai bambini la costa belga e le principali città balneari, sensibilizzarli al rispetto per l’ambiente attraverso le descrizioni delle tecniche usate in Belgio per la pesca dei gamberetti e di permettere loro di avere un approccio a una cultura che potrebbe sembrare distante.

21/07: POPOLI CELTI: GIOIELLI DI MODA
Si tratta di un laboratorio creativo svolto in francese e olandese che ha lo scopo di partire alla ricerca delle origini delle popolazioni celtiche. Numerose descrizioni saranno eseguite partendo dalle avventure di Asterix e Obelix. I gioielli verranno realizzati con materiale riciclato. Alla fine del laboratorio, si inviteranno anche i genitori dei partecipanti per festeggiare insieme la festa nazionale belga.

 28/07: POMPEI: LA VITA AI TEMPI DEI ROMANI
Si tratta di un laboratorio con nozioni di lingua latina, dedicato alla costruzione di templi romani. Serve a sottolineare la comune origine tra la lingua francese e la lingua italiana, nonché le influenze del latino sulle lingue del ramo germanico.

AGOSTO 2014
04/08: I VULCANI: LABORATORIO DI SCIENZE
Si tratta di un laboratorio di scienze che mira a introdurre qualche nozione di mineralogia, vulcanologia attraverso la realizzazione di un vulcano. Tra i personaggi che verranno presentati in questo laboratorio: Haroun Tazief, Jules Verne et Hergé (per la sua amicizia con il vulcanologo).
11/08: VOYAGE AUTOUR DE LA TERRE
Si tratta di un laboratorio creativo in francese ispirato al romanzo di Jules Verne. A seguito della lettura di alcuni brani dell’opera, i partecipanti dovranno costruire il loro mezzo di trasporto per un viaggio intorno al globo.
18/08: L’ESTATE DI OLAF: BENVENUTI OMINI DI NEVE
Intorno al 15/08, momento durante il quale il caldo si fa insopportabile, si è deciso di realizzare degli omini di neve con i bambini, presentando la canzone di Olaf, eroe dell’ultimo capolavoro Disney.
25/08: LIBRI CON I BAMBINI: SCRIVERE UNA STORIA
Laboratorio creativo in francese che mira alla realizzazione di un libro da parte dei bambini, illustrando sommariamente la storia del libro e della scrittura.
SETTEMBRE 2014
01/09: GIALLO AL CENTRO STUDI: TINTIN ET MILOU
Si permetterà ai partecipanti di partire all’avventura con Tintin, Milou e il capitano per arrestare banditi e salvare la gente onesta. 

Per info e prenotazioni: 3807975325 oppure info@isassolinidellafenice.com

venerdì 25 aprile 2014

Giallo al museo: un gioco per scoprire

Mancano ancora poche ore alla seconda edizione del Giallo al Museo, la nuova iniziativa culturale proposta dal Museo Diocesano, I Tesori dell'Arte, Amici di Gaeta, ideata dall'Associazione Culturale I Sassolini della Fenice. Questa volta Maigret è a caccia di un fantasma che si nasconde in qualche edificio di Avenue Junot, dove Lognon, un suo ispettore, è stato sparato di notte. Il Giallo al Museo si terrà il 26 aprile alle 17.00. Si aspettano numerosi partecipanti per poter formare delle squadre investigative e aprire così la partecipazione a tanti detective in erba. Il gioco è semplice e porta anche chi non ha mai letto Maigret a scoprire il fascino dei romanzi di Simenon. L'autore belga è conosciuto soprattutto per i gialli ambientati a Parigi, tuttavia ha scritto diverse opere che definiva lui stesso i suoi "veri romanzi". Per citarne qualcuno, Mademoiselle X o ancora Miss Baby. Molte delle sue opere sono state pubblicate su delle riviste e sotto qualche pseudonimo. Per quel che concerne Maigret, la serie di romanzi redatti da Simenon ha ispirato Andrea Camilleri e si potrebbero trovare molti punti in comune tra Montalbano e il commissario parigino. Insomma, sabato 26 aprile, alle 17.00, il museo apre le sue porte per un viaggio inedito nel mondo di Simenon, un viaggio letterario, avvolti dalla Storia che narra il Palazzo de Vio, un viaggio nel tempo e nell'Arte. Non mancate!

lunedì 14 aprile 2014

L'estate della Fenice: laboratori, divertimento e ... recupero scolastico!

E' ufficiale, l'Associazione i Sassolini della Fenice ha finalmente trovato una sala più grande ove collocare tutti i suoi progetti! Felicissimi i membri fondatori che annunciano così un ricco programma che inizierà il 23 giugno 2014 con un primo laboratorio creativo che permetterà ai partecipanti di visitare Bruxelles: il calendario dell'estate. Tecniche varie di pittura e disegno verranno impiegate per creare un calendario sul quale segnare i successivi appuntamenti con l'associazione e non perdere così l'acquario con i pesci del mare del nord (in italiano, francese, olandese) o ancora la moda celtica (creazione di gioielli celtici) e tanto altro ancora ... quando poi il sole dell'estate farà arrostire tutti sulle spiagge della nostra meravigliosa città, nella sala dell'Associazione I Sassolini della Fenice, arriverà Olaf, l'eroe di Frozen - Il Regno del Ghiaccio, l'ultimo della Disney uscito nelle sale lo scorso inverno. Olaf ci raggiungerà per finalmente vivere l'estate che ha sempre desiderato e a suo seguito, tutta una serie di omini di neve! Ci sarà da divertirsi! Questo appuntamento con Olaf è previsto per il 18 agosto 2014, ma nel frattempo, esploreremo anche i vulcani, si andrà per un giro del mondo ... tutti i laboratori creativi, che si terrano ogni settimana il lunedì a partire del 23 giugno 2014, saranno svolti in più lingue tra italiano, francese, olandese, spagnolo e anche latino. Lo scopo è quello di divertirsi, magari imparando qualcosa di nuovo! Per il resto della settimana, dal martedì al venerdì, saranno attivi i recuperi scolastici in matematica, inglese, francese e italiano. Sarà riservato anche uno spazio alle lezioni private. Qualche domanda? 380 79 75 325! Il programma completo? info@isassolinidellafenice.com

Pomeriggio in Giallo al Museo Diocesano: appuntamento il 26 aprile prossimo!

Appuntamento il 26 aprile prossimo al Museo Diocesano di Gaeta per una nuova inchiesta con il commissario Maigret. E' con gioia che i membri dell'Associazione I Sassolini della Fenice, in collaborazione con il Museo Diocesano e le Associazioni I Tesori dell'Arte, Amici di Gaeta, propongono la seconda edizione del Giallo al Museo. L'iniziativa, proposta durante la settimana Vivi l'Arte Gaeta, aveva riscosso l'attenzione di diversi amanti della cultura e dell'arte che avevano preso parte al gioco, rendendo il pomeriggio del 25 marzo 2014, un pomeriggio fantastico. Questa volta, i detective in erba saranno coinvolti in una strana storia di fantasma. Maigret prende molto a cuore la vicenda: un suo collaboratore è stato aggredito e lotta tra la vita e la morte a l'Hopital Bichat. Sotto la pioggia di un novembre più buio degli altri, tra le vie di Parigi, si nasconde un potenziale assassino ... chi riuscirà a smascherarlo? Chi potrà aiutare il commissario? Voi tutti!!! Vi attendiamo al Museo Diocesano per un pomeriggio davvero straordinario, tra i mille tesori delle splendide sale di palazzo de Vio, con un mistero sul quale fare luce! Per tutte le informazioni necessarie e la prenotazione: 3807975325. Ai partecipanti è richiesto un contributo di 5 euro. Prenotazione obbligatoria

mercoledì 9 aprile 2014

Teatro, gli attori acclamano Ratatouille

Sorprendente la scelta dei giovani attori della truppa teatrale  I Sassolini della Fenice. Mancano ormai poche settimane al loro debutto sul palco e gli attori, dopo lunga riflessione, hanno deciso di sostituire il copione (troppo lungo) dei tre Moschettieri con quello di Ratatouille...numerosi i sospiri dei membri della regia che si ritrovano a dovere ricominciare il loro lavoro di allestimento. Via spade e cavalli! Benvenuti coltelli e padelle!Tuoni, fulmini e la ballata di Camille saranno le note della storia del piccolo roditore. Verdure e formaggi invaderanno il palco. Le sorprese non finiscono: indovinate chi saranno gli interpreti di Anton Ego e la vecchietta? Francesco e Julie! Non mancano le risate in questi pomeriggi di preparazione! Secondo indiscrezioni, questo spettacolo potrebbe rivelare molte altre sorprese...restiamo in attesa. Per i detrattori dei giovani attori della Fenice, riportiamo questa frase di Ego: Not everyone can become a great artist, but a great artist can come from everywhere...ci vediamo a maggio, durante Pazzielle!

giovedì 6 marzo 2014

Murder party al Museo? Benvenuto commissario Maigret!

Murder Party al Museo Diocesano: la data da non perdere è il 25 marzo, ore 16.00! L'associazione I Sassolini della Fenice è lieta di accogliervi durante Vivi l'Arte Gaeta, per un pomeriggio di divertimento! Amatori di Cluedo e role-playing di vario genere, questa volta è con Maigret che partirete a caccia di indizzi per smascherare un troppo attento ladro di gioielli. A spasso per le sale del Museo Diocesano di Gaeta, tra storia e cultura, potrete scoprire uno dei romanzi del giallista belga. Lo scopo di tale iniziativa, inserita nel quadro delle attività della settimana alla cultura di Gaeta, è ovviamente di divertire ma anche di  imparare a conoscere la propria cultura attraverso l'intercultura. A volte è proprio grazie ai viaggi, all'apertura verso l'altro che si riesce a comprendere meglio ciò che ci caratterizza  e fa parte di noi. La settimana della cultura debuterà sabato 22 marzo con appuntamenti imperdibili come l'incontro con Alberto Angela che sarà presente in città per tenere una conferenza sulle meraviglie della Cappella Sistina. Proseguirà con l'apertura gratuita di tutti i monumenti che testimoniano il rigoglioso passato della nostra città. Apertura gratui ta anche del museo dove i membri dell'associazione I Sassolini della Fenice vi aspettano su prenotazione al 380 79 75 325 - info@isassolinidellafenice.com e non mancate di seguirci anche su Fb sulla pagina dedicata alla Nuova Gazzetta di Gaeta!

mercoledì 16 ottobre 2013

Una mostra spontanea a novembre: la pittura musicale



Appuntamenti da non perdere il 10 e 17 novembre 2013 nella sede dell’Associazione I Sassolini della Fenice: vi è organizzato un laboratorio creativo speciale. Giovani pittori, siate pronti a sperimentare un nuovo modo di dipingere: la pittura in musica! Piccoli e grandi, ai vostri pennelli e lasciatevi guidare dalle note per disegnare sul magico foglio tutto ciò che vi riempie il cuore!
La pittura musicale è un adattamento che la nostra Associazione propone ispirandosi alle sedute di pittura in presenza di un lettore. In molte sale di Roma e altre grandi città, in tante accademie, è spesso proposto a artisti famosi e non di dipingere mentre un lettore legge a alta voce un racconto. L’universo letterario incontro allora il mondo del pittore che diventa poeta o romanziere con il solo uso dei colori e della tela. Proponiamo nel nostro laboratorio creativo un’esperienza simile basata tuttavia sulla relazione tra la musica, le emozioni e la pittura. Per due appuntamenti, i piccoli pittori ascolteranno due tipi di musica diversi e dipingeranno sentendo la musica e dando spazio a ciò che essa ispirerà. Non si tratta forse di un esercizio semplice, ma è sicuramente divertente e rilassante. Alla fine della creazione, quando si fermerà la musica, i piccoli artisti potranno esporre i quadri per una vera e propria mostra, apponendo anche un titolo alla loro opera in didascalia. I genitori e tutti i curiosi saranno i benvenuti alla mostra. Per chiarire dubbi e perplessità, contattate la nostra Redazione al 3807975325 oppure via e-mail info@isassolinidellafenice.com.

La Compagnia Teatrale I Sassolini della Fenice: di ritorno sul palco

Dopo l’incantevole stagione estiva durante la quale si era svolto il laboratorio teatrale gratuito, la nostra Compagnia teatrale è pronta a ripartire! Questa volta lo spettacolo è previsto per aprile o maggio 2014 e gli appuntamenti sono diventati settimanali anziché bisettimanali. Siamo di nuovo pronti con la stessa energia e la stessa gioia a accogliere i nostri attori della stagione precedente ma anche a aprire le porte a nuovi interessati. Gli appuntamenti con le nostre lezioni saranno il sabato pomeriggio dalle 17.00 alle 19.00. Due ore di esercizi di declamazione, di dizione ma anche di improvvisazione e di suoni infernali per offrire agli spettatori un altro fiammante spettacolo a fine corso.
Questo inverno, si offrono agli attori la scelta tra due copioni: uno in francese e l’altro integralmente in italiano. Per chi è amante della lingua francese, riprendiamo il lavoro svolto con cura nonostante le ore di lezioni mancanti per perfezionarlo: Tintin et le secret de la Licorne. Ci tuffiamo in un’avventura di pirati e tesoro nascosto per vedere trionfare l’amicizia, il coraggio e la giustizia.  Per chi invece intende seguire le lezioni per il teatro in italiano, faremo un salto nel lontano Seicento, alla corte di Francia in compagnia dei Tre Moschettieri. Spade e duelli non mancheranno tra guardie del Re e guardie del Cardinale, scegliete da che parte stare!!!

venerdì 13 settembre 2013

Esperienza teatro: i nostri attori

Tra i più piccoli attori che hanno deciso di aderire all’iniziativa teatrale, ci sono Gaia, Davide, Matteo, Simone, Lorenza, Elena, Arianna e Naomi. Ognuno di loro interpreta un personaggio della storia messa in scena con grande stile. Lo spettacolo si apre con Lorenzo, aviatore esperto che si è schiantato nel deserto.  Indaffarato nell’aggiustare il motore del suo aereo, l’avviatore è allora disturbato da un ometto che gli chiede un disegno, è Matteo, il Piccolo Principe. Matteo racconta allora all’aviatore che gli pone tante domande tutta la sua storia, iniziata a causa del suo amore per la sua rosa.  Il Piccolo Principe lascia il suo pianeta per intraprendere un lungo viaggio. Incontra durante il suo viaggio interstellare e terrestre diverse persone, per esempio una mercante, la piccola Gaia che vende pillole per alleviare la sete. Il Piccolo Principe – Matteo fa la conoscenza del controllore, Simone, che smista i viaggiatori per tutte le direzioni, senza una meta precisa. Davide è l’eco della montagna dalla quale il Principe osserva la Terra e instancabilmente ripete ciò che chiede il Piccolo Principe. Lorenza con Elena, sono delle lampionaie un poco magiche che accendono e spengono le luci decidendo così quando è ora del tramonto o dell’alba. Arianna, Elena, Naomi e Roberta sono le bellissime rose che lasciano a Matteo capire che la sua rosa, Clara, che vive sul suo pianeta non è l’unica rosa al mondo. Il Piccolo Principe triste e deluso incontra la volpe, Alessandro, che gli insegna il valore dell’amicizia e gli ricorda che solo con il cuore si riesce a vedere bene e non con gli occhi. La fine non ve la raccontiamo, ma vi invitiamo domenica 1 settembre 2013 alle ore 17.00 all’oratorio Don Bosco, in via Giovanni Bosco.

Laboratorio teatrale: presto lo spettacolo


Per tutti quelli che si chiedono cosa fosse questo laboratorio teatrale, dedico questo articolo. Il laboratorio teatrale estivo gratuito messo a punto dall’Associazione Culturale I Sassolini della Fenice è un laboratorio che prevedeva un lavoro di circa 60 ore. Le lezioni svolte due volte a settimana durante tre ore dalle 16.00 alle 19.00 si articolavano in un primo momento in una fase. Nella prima parte del corso, i giovani attori eseguivano una serie di esercizi svolti allo scopo di migliorare la concentrazione, l’armonia nel gruppo, la presa di coscienza di sé e degli atri. Altri esercizi servivano invece a esprimere sensazioni, emozioni e a riconoscere lo spazio. Tra gli esercizi meglio realizzati, c’era la macchina infernale. Disposti libera temente sul palco, ogni attore sceglieva un rumore qualsiasi e un gesto da ripetere per circa tre minuti. Il direttore d’orchestra accende la macchina e ne perde il controllo. Questa perdita di controllo determina un innalzamento del ritmo e del volume dei rumori della macchina che finisce nell’esplodere. Alla fine dell’esercizio, i ragazzi si sentono uniti e hanno allontanato qualsiasi pensiero negativo. Si sentono parte di un tutto, con le loro proprie caratteristiche. E’ un buon punto di partenza per unire, come è il caso qui, ragazzi di tutte le età e provenienze. Gli obbiettivi del laboratorio, ancor più che la realizzazione di uno spettacolo finale, erano appunto la creazione di una certa sinergia, il rispetto degli altri e delle loro differenze. Per questo il laboratorio non comprendeva nessun limite di età e così si sono anche scoperti giovanissimi talenti. Uno degli obiettivi era naturalmente quello di sottrarre le giovani risorse ai consueti giochi elettronici, permettendo loro di lasciare libero corso alla loro immaginazione. Gli esercizi proposti a questo scopo in un primo momento si sono rivelati dei veri e propri fallimenti. C’è voluto tempo prima che i ragazzi ricominciassero a usare la loro immaginazione in maniera incondizionata. E se fosse proseguito il laboratorio, avrei insistito moltissimo su questo aspetto. Ho paura che i nostri figli vivano incatenati. Giacché è difficile condurre una vita con tutto ciò che si desidera, se almeno l’infanzia restasse priva di limiti, non sarebbe male. Da un altro punto di vista, il laboratorio ha fatto sì che siano emersi ragazzi appassionati e questo è fondamentale. Spero che tutti loro si siano divertiti e che ci vedremo questo inverno per un’altra avventura teatrale.  

domenica 7 luglio 2013

Ricordo di Pazzielle 2013: i risultati del concorso di scrittura Se fossi un animale marino …


Eccoci qui ragazzi! Vi ricordate di Pazzielle? Il festival del gioco e della famiglia? Ebbene, al nostro stand intitolato Jouer pour apprendre – giocare per imparare era possibile partecipare a un concorso per vincere un premio. Poiché eravamo impegnati in un laboratorio di lingua francese che aveva come tema il mare, chiedevamo ai bambini che volevano partecipare di scriverci qualche riga su un animale marino che avrebbero voluto incarnare. Per tutta la settimana, abbiamo giocato al gioco dell’oca, all’impiccato e a twister con il vocabolario del mare in francese e abbiamo incontrato tanti bambini motivati e desiderosi di scoprire questa lingua. Nonostante tutte le attività fossero legate alla lingua francese, la partecipazione al concorso non ne implicava la conoscenza e quindi era aperto a chiunque. Il termine ultimo per il concorso era il 30 giugno scorso. Ora veniamo al dunque. Siamo lieti di annunciarvi che il concorrente vincente è la piccola Eleonora di sette anni e mezzo che ci ha commossi con le seguenti parole:
Se fossi un animale marino sarei un pesce spada. Un delfino. Uno squalo. Perché mi piace vivere nel mare.
Ecco, quello che non avevamo pensato era proprio questo: molti di noi sono guidati dal proprio amore per il mare, pertanto se solo potessero essere anche la più minuscola forma di vita marina, sarebbero davvero felici. Ringraziamo Eleonora per il suo pensiero e attendiamo che vanga a ritirare il suo premio!

domenica 19 maggio 2013

L’Affaire Tournesol: temporale e vetro rotto


Nel quadro dell’iniziativa teatrale estiva proposta dalla nostra associazione, presentiamo qui la traccia dell’episodio di Tintin che verrà messo in scena per i vostri ragazzi.
Tutto inizia con una bella passeggiata per Tintin e il Capitano Haddock. I due fedeli amici, si trovano nei pressi della dimora del capitano, Moulinsart. All’improvviso, scoppia un temporale e Nestor, il gentile maggiordomo, viene incontro al reporter e al capitano con un ombrello. Rientrati a Moulinsart, si respira nell’aria una strana atmosfera: gli specchi volano in frantumi, i vasi esplodono, i bicchieri finiscono in mille pezzi senza che nessuno faccia nulla per questo. Nel giardino di Moulinsart, si sente sparare e una vittima viene ritrovata da Tintin e il Capitano: un uomo giovane è steso a terra. Il tempo per il Capitano e Tintin di avvisare le forze dell’ordine e il ferito scompare nel nulla. Tintin, il Capitano e Milou sono allora catapultati in una vicenda intricata che li porterà perfino in Svizzera alla ricerca di un misterioso professore Topolino. Chi sa se l’enigma del vetro rotto sarà risolto? Chi sa se Tintin scoprirà chi era il ferito di Moulinsart e soprattutto perché una sparatoria proprio a Moulinsart? Gli attori ne sapranno di più il 4 giugno alle ore 16.00 durante la riunione di benvenuto e gli spettatori o futuri tali … essi dovranno aspettare!!!

Corsi di Francese