Visualizzazione post con etichetta jazz a gaeta. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta jazz a gaeta. Mostra tutti i post

martedì 11 novembre 2014

Domenico Sanna Trio presenta Brooklin Beat!


Fotografia di Enrico Duratorre

Grande serata di Jazz a Gaeta lunedì 10 novembre 2014, dopo il Gaeta Jazz Festival summer, si inaugura la sezione winter, con il Trio Domenico Sanna, Ameen Saleem e Dana Hawkins.
Il trio “Brooklyn Beat!” inaugura il Gaeta Jazz Festival Winter, in perfetta corrispondenza con l'uscita del loro CD Brooklyn Beat!, registrato a New York e pubblicato dalla Jando Music in collaborazione con Via Veneto Jazz. Perno centrale della serata è stato il pianista Domenico Sanna, originario di Gaeta, che torna nella sua città e sale sul palco del Teatro Ariston, visibilmente emozionato, coinvolgendo il folto pubblico con alcune sue composizioni, affiancate al repertorio degli standard , con le sonorità tipiche della musica jazz, con un fraseggio asciutto ed espressivo.
 Domenico Sanna è senza dubbio un eccellente pianista, ma il suo essere sempre a servizio della Musica, mettendo spesso in secondo piano il suo ego solistico, lo rende un Artista speciale. Nel nuovo progetto con Ameen Saleem e Dana Hawkins, altri due fuoriclasse della  giovane generazione Jazz NewYorkese, poi, questo suo carattere e questa sua personalità sono ulteriormente esaltati“. Ha affermato tempo fa Gegè Telesforo. Sanna è emerso sulla scena italiana nel 2007, con la vittoria del concorso indetto dal seminario We Love Jazz, in giuria, a decretarlo "miglior pianista" c'erano George Cables, Bobby Durham, Benny Golson, Jimmy Cobb, Joey DeFrancesco, da allora ha collaborato con artisti significativi sia del panorama internazionale (David Liebman, Jeff Ballard, Larry Grenadier, Scott Colley, Joe Lovano, Peter Bernstein) che italiano (Gegè Telesforo, Roberto Gatto, Stefano Di Battista, Nicky Nicolai, Flavio Boltro).
Il trio viene sospinto anche dalla forza della sezione ritmica del trio, a partire dalla potente pulsazione fornita dal basso di Ameen Saleem, noto soprattutto per essere il perno ritmico del quintetto di Roy Hargrove (ma ha suonato anche con Roberta Gambarini, Greg Hutchinson, Betty Carter, Frank Lacy) e da Dana Hawkins, alla batteria ha già un invidiabile curriculum, essendo ormai abituato a girare il mondo assieme a jazzisti come Jeremy Pelt e Gerald Clayton: niente male per un batterista non ancora trentenne (è nato nel 1985). Prossime date del tour “Brooklyn Beat!” il 12 novembre il Trio sarà a Padova ed il 13 e 14 novembre a Roma, prima del ritorno negli Stati Uniti per la registrazione del nuovo album - Articolo di Enrico Duratorre per La Nuova Gazzetta di Gaeta -