Visualizzazione post con etichetta maigret. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta maigret. Mostra tutti i post

mercoledì 15 ottobre 2014

I successi di Maigret o pomeriggio in giallo con I Sassolini della Fenice

Un altro successo per l'associazione culturale I Sassolini della Fenice che ha presentato, all'interno della mostra concorso GaetArt, Maigret e la chiusa n°1 domenica 5 ottobre 2014. Una partita per circa dieci giocatori tra i quali anche un giovanissimo e talentuoso ragazzo che ha recitato con brio il ruolo dell'assassino. Il gioco di ruoli basato sulle inchieste del commissario Maigret continua ad appassionare il pubblico. Presto, si spera, l'associazione I Sassolini della Fenice, dopo aver divertito i detective in erba di Terracina, sarà presente a Roma. Luogo e data ancora da definire. Sul fronte educazione e divertimento, sebbene non ci sia stato ancora nulla di propriamente realizzato, il presidente dell'associazione, la dott.ssa Biasucci, si ritiene soddisfatta dal numero di richieste che arrivano da parte degli insegnanti che vorrebbero vedere Maigret nelle aule, al fine di rendere più emozionante l'approccio della cultura francofona da parte degli studenti. L'associazione non può che ribadire la sua totale disponibilità da questo punto di vista! 

venerdì 1 agosto 2014

Terracina: la prima trasferta dell'associazione culturale I Sassolini della Fenice!

E' con grande gioia e immenso onore che i membri dell'associazione culturale I Sassolini della Fenice si recheranno il 30 agosto a Terracina in occasione della mostra sul tema Nonsense organizzata dall'artista Maria Tufano in collaborazione con il pittore Emanuele H. Pompili. Una prima trasferta che vedrà protagonista il commissario Maigret, per il Giallo in sala Appio Monti. Il gioco di ruoli creato intorno alla figura del commissario Maigret era stato messo a punto dai membri dell'associazione di Gaeta, impegnata nella diffusione di cultura francofona belga, per rendere omaggio allo scrittore belga Georges Simenon, scomparso 25 anni fa. L'associazione culturale I Sassolini della Fenice aveva proposto il gioco per la prima volta nel quadro della manifestazione Vivi l'arte Gaeta - manifestazione che vede aperti gratuitamente tutti monumenti di Gaeta e durante la quale fioccano attività culturali gratuite - e si era ripetuta diverse volte all'interno del Museo Diocesano di Gaeta. "Il gioco - spiega il vice presidente dell'associazione, Francesco Cioffi - ha lo scopo non solo di fare conoscere Simenon ma ha anche l'ambiziosa intenzione di permettere alle persone di leggere un romanzo, essendone protagonisti."

giovedì 31 luglio 2014

Terracina, la mostra dal tema nonsense a partire dal 25 agosto 2014!

Inizierà il prossimo 25 agosto 2014 alle ore 19.00 la mostra NONSENSE organizzata dall'artista Maria Tufano in collaborazione con il pittore Emanuele H. Pompili nella sala Appio Monti di Terracina. Un evento artistico culturale di rilievo ispirato ai grandi autori nonsense e che ha preso spunto da Alice di Caroll ma anche da opere letterarie di Gianni Rodari, Achille Campanile, da Edward Lear e Fosco Maraini. Dieci artsti esporranno le loro opere all'interno della sala Appio Monti: Cassatas, Emilia di Girolamo, Giusy di Pastena, Teresa Loffré, Assunta Longo, Stefania Maceroni, Emanuele H. Pompili, Paola Saccardo, Nazareno Savarino, Antonio Spagnuolo. Una mostra folle e imprevvedibile che serba molte sorprese ai suoi visitatori! Essi saranno accolti dall'organizzatrice Maria che inaugurerà la mostra il 25 agosto in maniera...nonsense! Si raggiungerà l'apogeo della manifestazione nelle serate di sabato 30 agosto e domenica 31 agosto con due eventi speciali inseriti all'interno della mostra. Da una parte, sabato 30 agosto, dopo letture a cura di Maria Tufano, Alessio di Bari, Raf Mauro, Jayne Beaney e Julie Biasucci, verrà proposto un gioco di ruoli con delitto. Arriverà il commissario Maigret per coinvolgere i partecipanti in un losco affare di caffè nel quale tutto non è come sembra! L'associazione culturale I Sassolini della Fenice - gentilmente contattata da Maria Tufano per l'occasione -  condurrà il gioco di ruoli per un'ora e mezza circa, con copioni, matite e taccuini per aprire a tutti il mondo di Maigret, eroe dei romanzi dell'autore belga Georges Simenon, scomparso venticinque anni fa. Durante la serata di domenica 31 agosto si avrà appuntamento con Achille Campanile che presenterà Acqua Minerale al pubblico che sarà travolto dal gioco che si può creare con le parole della lingua italiana. Un viaggio interessante quello proposto da Achille Campanile che lascerà molti a bocca aperta dal ridere! A seguire, vi sarà un breve intervento di Marina Mobilio su l'acqua potabile e di Marco Villa sulla situazione rifiuti di Terracina. Un programma ricco che non offre solo piacere per la vista, ma spezza i legami con gli obblighi e le certezze per insegnare quello che molti tendono a dimenticare...tutti i migliori sono matti!!!

lunedì 28 luglio 2014

Il Libro della settimana: Il senso del dolore, indaga il commissario Ricciardi

Arriva a Gaeta Maurizio de Giovanni il prossimo 30 luglio 2014 nell'ambito della rassegna letteraria Libri sulla Cresta dell'Onda. Un appuntamento da non perdere per conoscere l'autore del commissario Ricciardi. Proponiamo ai lettori, in attesa dell'appuntamento di mercoledì 30 luglio, di leggere Il senso del dolore allo scopo di presentarvi Maurizio de Giovanni. Il romanzo fa parte del ciclo delle avventure del giovane commissario Ricciardi, attivo nella Napoli dei primi anni dello scorso secolo. Una realtà difficile quella della città partenopea che mette in risalto le contraddizioni, ancora attuali, di una della città più conosciute al mondo. In questo episodio, il vento freddo dell'inverno accompagna il giovane e affascinante commissario in un'intricata vicenda che inizia con l'uccisione del tenore Arnaldo Vezzi, trovato dissanguato nella sua stanza, nel teatro San Carlo. Fare luce sulle dinamiche che hanno preceduto l'assassinio è compito del commissario e dei suoi collaboratori. Da dove cominciare? Tra ostilità e discussioni tra Ricciardi e suoi superiori che non esitano, pur di fargli pressione, a mettere in evidenza le differenze gerarchiche - la cosa in qualche modo ci lascia pensare a Simenon e a Maigret -  l'unico appiglio è il fatto. La strana capacità del giovane commissario di vedere vivi e morti ...  o meglio di poter anche ascoltare l'ultimo pensiero dei defunti ... l'ultimo pensiero di Arnaldo Vezzi era un verso della nota opera Pagliaccio. Tra un prete che non parla e una vedova troppo desiderosa di parlare, l'affascinante commissario dagli occhi verdi ha il suo bel da fare. Riuscirà a smascherare l'assassino? Lo saprete soltanto leggendo Il Senso del Dolore! Perché scegliere questo romanzo? Perché l'arte di Maurizio de Giovanni è quella di dipinegere i sentimenti umani; è proprio questa caratteristica che permette al romanzo di essere accessibile a tutti, anche a quelli che non sono veri fan del giallo. Sorprende l'analisi dell'animo umano turbato da passioni, amori, gelosie effettuata dal protagonista. Spesso i pensieri degli uomini assomigliano a un mare in tempesta, magari lo stesso mare che infrange le sue onde sul Castel dell'Ovo, mentre il vento si infila per i vicoli fischiando ...Io sangue voglio, all'ira m'abbandono, in odio tutto l'amor mio finì ...Per amanti dei gialli e non, altamente consigliato!

mercoledì 23 luglio 2014

Serata in giallo con Maigret, il secondo appuntamento di luglio domenica 27 ore 21.00!

Bruno Crémer nel ruolo di Maigret
E così un week-end in campagna passa in fretta e tocca tornare a Parigi, caro commissario! Eccoci di nuovo immersi nella ville lumière che sta usurando la pazienza di Maigret: delitti impuniti, un colpevole evanescente e le pressioni dal ministero...questa volta, c'è di che impazzire! E voi, cari detective in erba? Possiamo contare sulla vostra arguzia e implacabile logica per venire in aiuto al commissario domenica 27 luglio alle ore 21.00? Se sì, non esitate, vi aspettiamo per una passeggiata a Parigi, negli anni Sessanta, passando per tutte le sale del Museo Diocesano! Non avete mai partecipato a un murder party? Niente panico, è semplicissimo! I membri dell'associazione culturale I Sassolini della Fenice vi hanno preparato un copione ad hoc, nel quale troverete chi siete, ciò che potete dire, ciò che dovete tenere segreto e quello che dovete dire! Attenti, i colpi di scena non mancano mai e tutta la partita viene resa indimenticabile grazie all'associazione culturale Accademia Fotografica che provvede ad immortalare tutti i momenti indimenticabili. L'intrigo? Ebbene, mentre Maigret tenta di chiudere un'inchiesta su furti vari, tutti i suoi testimoni vengono misteriosamente uccisi...attento commissario, anche la propria ombra, a volte, può fare la monella!Per informazioni e iscrizioni 3807975325 - contributo di euro 5,00.

lunedì 7 luglio 2014

La prima inchiesta di Maigret: il 12 luglio, ore 21, Museo Diocesano Gaeta

Ritornano le inchieste di Maigret nelle splendide sale del Museo Diocesano di Gaeta per tutta l'estate 2014. Il prossimo appuntamento è previsto per sabato 12 luglio alle ore 21.00. Un appuntamento serale che coinvolgerà i partecipanti in un losco affare di caffè, un ricco e potente imprenditore di Parigi desta l'attenzione del giovane Jules Maigret. Un fotografo, in giro per la Ville Lumière, all'una di notte assiste a una scena preoccupante nella villa del plurimilliardario venditore di caffè: dalla finestra aperta, una donna grida aiuto e viene tirata all'interno dell'abitazione. Uno sparo e il coraggioso fotografo si precipita al campannello. Lo accoglie il maggiordomo con un pugno in un occhio. Il giovane si precipita allora al commissariato più vicino, dove Maigret è di turno e sporge denuncia. Tutti tenteranno di fermare il futuro commissario che rischierà perfino la vita pur di svelare la verità...pronti a scoprirla anche voi durante una serata piena di stelle...il buio della notte avvolge gli assassini che diventano invisibili...unico amico che vi resta: il fotografo. Vi fidate?Info e prenotazioni: info@isassolinidellafenice.com - 3807975325 

martedì 18 febbraio 2014

Une énigme à résoudre à Gaeta!


Courageux Maigret, en voilà une énigme à résoudre! Et meme si il y a 25 ans Simenon nous laissait, grace à l'asbl  I Sassolini della Fenice (Les Cailloux du Phoenix), l'auteur liégeois ne nous manque pas, meme mieux on lui a réservé une place au soleil. En effet, à Gaeta, village en bord de mer, dans le sud du Latium, Maigret est la source d'inspiration pour un événement culturel dans le quadre des activités de la semaine de la culture organisée par la Commune de Gaeta en partenariat avec toutes les asbl de la ville qui veulent promouvoir le tourisme dans cette antique cité. Comme cela, dans le musée de la diocèse qui renferme le précieux étendard de Lepanto (importante bataille contre les Maures de 1571), l'asbl du phoenix organise un murder party pour apprendre à connaitre les secrets de chaque salle où se trouve de véritables chefs-d'oeuvre tout en évoquant la littérature belge francophone. Ce qui est encore plus spectaculaire, c'est qu'afin d'encourager les curieux, tous les lieux touristiques de la partie médiévale (où se trouve le musée) et du bourg en dehors de l'enceinte resteront ouverts gratuitement toute la semaine. Venez donc tous! De plus Gaeta offre un vaste choix pour le logement: les maisons d'hotes à prix raisonnables n'y manque pas; dans la partie du bourg, dans les alentours du chateau, dans les zones résidentielles, à vous de choisir!