Visualizzazione post con etichetta minturno. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta minturno. Mostra tutti i post

domenica 4 gennaio 2015

I vicoli di Traetto o un bellissimo inizio 2015

Fotografia a cura di Accademia Fotografica
Un pomeriggio indimenticabile quello di sabato 3 gennaio 2015, nonostante la finissima pioggia che ha accompagnato i curiosi per i vicoli della caretteristica città di Traetto. Il viaggio nel tempo alla scoperta di antiche tradizioni, al ritmo dei versi del poeta di Minturno Cristoforo Sparagna si è rivelato un viaggio magico, tra sapori, cultura e rievocazioni. Tutto, dal sontuoso castello alle antiche mura, narrava storie di altri tempi, con suoni e colori che davano l'impressione di avere attraversato lo schermo del proprio televisore per entrare in un mondo fantastico degno soltanto dei migliori studi cinematografici e dal qual non si voleva tornare più. Il folto pubblico venuto da diversi luoghi della provincia ha soddisfatto tutti i suoi desideri: dagli stage gratuiti alle mostre allestite nelle chiese, fino alla presentazione dell'opera intitolata Non per depredare ma per restituire, premio Dragut 2014, passando per la musica. Lo spirito di questa brillante manifestazione culturale è stato proprio questo: rendere a Minturno suoni, profumi e colori che appartengono ai suoi abitanti e a tutti coloro i quali, per un giorno o per mezz'ora si recano a Minturno. Rendere bello e attraente il cuore della città grazie alla collaborazione tra abitanti e associazioni locali. La chiara dimostrazione che l'unione rende più forti, anche se questa affermazione potrebbe sembrare banale. I vicoli di Traetto, benché hanno riveocato il passato, sabato 3 gennaio 2015, hanno offerto per un pomeriggio l'immagine di un futuro splendido fatto di collaborazione, giuste manovre di marketing, cultura e solidarietà.

venerdì 2 gennaio 2015

I vicoli di Traetto raccontano: un viaggio nel tempo da non perdere!

Un viaggio nel tempo, con vista sull'affascinante Mare Nostrum, ecco quello che ci vuole per iniziare nel migliore dei modi il 2015! Traetto, o meglio Minturno, vi accoglie sabato 3 gennaio 2015 a partire dalle ore 15.30 per scoprire sotto una nuova luce i suoi vicoli, le sue storie e le sue tradizioni. Si tratta di una rievocazione storica che permetterà ai visitatori di scoprire la quotidianità della città del Basso Lazio attraverso i secoli, guidati per circa trenta minuti dalla storica dell'arte Stefania De Vita, il tutto ascoltando versi declamati del poeta Cristoforo Sparagna dagli attori della Compagnia Teatrale La Scaletta. Le visite sono previste per l'intero pomeriggio con partenza ogni 20 minuti circa. Dalle 15.00 alle 17.00, sarà possibile seguire degli stage gratuiti di scherma storica e di arte folclorica nella corte del Castello Baronale a cura delle associazioni folkloristiche e dell'Associazione Lame del Golfo. Alle ore 17.30, nell'antica chiesetta di S. Biagio si terrà la presentazione dell' Ebook Linea Gustav frutto della collaborazione del Comitato Dragut e degli studiosi Francesco Zenobio, Biagio Apruzzese, Cesare Crova e Salvatore Cardillo. Alle ore 18.30, vi sarà l'esibizione della Banda Musicale Piccola Orchestra di Fiati Maria Loreta Proia diretta dal maestro G. Izzo di Minturno. Durante tutto il pomeriggio, si potranno assaggiare prodotti tipici e recarsi in diversi punti del grazioso borgo per vedere mostre diverse. Infine, la chiusura dell'evento è prevista per le 19.00 con l'esibizione del coro Controcanto diretta dalla prof.ssa Emilia Alicandro. Per rendere il tutto ancora più attraente e piacevole, c'è da segnalare che i parcheggi saranno gratuiti per tutta la durata dell'evento mentre, per quel che riguarda la vendita di prodotti tipici, è con piacere che gli organizzatori segnalano che il ricavato sarà devoluto in beneficienza. Per la realizzazione di queste splendida manifestazione, si nota il concorso di diverse associazioni locali quali Accademia Fotografica, I Giullari, Le Tradizioni, Le Tre Torri, I Bandierai del Ducato di Traetto, Iter, Bucaneve, Uniti per Minturno, Comitato Dragut, Gli Sbandieratori dei Casali, I Paggetti, Associazione, Folcloristica Minturno, Italia Nostra, Arim, Confcommercio, Le Lame del Golfo, Angoli di colore, Compagnia Teatrale La Scaletta, Compagnia Teatrale Traetto, Centro Attività Musicali, Controcanto, Banda M. L. Proia, Nati per leggere, Amici del libro Biblioteca L. Raus, Minturno in movimento  Da non perdere! Vi segnaliamo l'evento per leggere il programma dettagliato all'indirizzo: https://www.facebook.com/events/290641784479757/.

martedì 2 settembre 2014

Viaggio verso la Luna sabato 6 settembre 2014 con il GAM

Da non perdere l'appuntamento con il Gruppo Astrofili Minturno sabato 6 settembre 2014 nel Parco Regionale Riviera di Ulisse Area Protetta di Gianola e Monte di Scauri per La notte della Luna alle ore 20.30. Il GAM vi invita a partecipare al Moonwatch ossia alla Notte della Luna tutti, grandi e piccini. Si tratta di un appuntamento in cui associazioni e gruppi di astrofili al livello nazionale dedicano massima attenzione alla Luna e la data di svolgimento viene scelta in base alla visibilità della mezza luna, la quale permette in quel momento di apprezzare la bellezza dei crateri lunari. Il Gruppo Astrofili Minturno in occasione del Moonwatch 2014 mette a disposizione due grossi telescopi per l'osservazione della Luna. Si tratta di un Celestron del diametro di 25 cm e di un Dobson del diametro di 30 cm, nei quali sarà possibile osservare la Luna con diversi ingrandimenti e contrasti grazie al vasto "setup" di cui dispone il GAM. All'osservazione della Luna, si affiancano spiegazioni sull'argomento, in modo da condurre il visitatore in un viaggio completo tra le bellezze della natura e i misteri profondi del nostro satellite naturale. Dopo l'appuntamento con Saturno, non mancate quello con la Luna per dare vita ai vostri sogni grazie alla scienza! Info e prenotazioni: Gianluca: 3407148088 Marco: 3334749032. E' richiesto ai partecipanti un contributo di euro 5,00. Per maggiori info sul GAM vi invitiamo a consultare il sito: www.astrominturno.it.

martedì 26 agosto 2014

Accademia Fotografica: messa a fuoco su Minturno!

Accademia Fotografica - Gruppo di Minturno
Ha trovato il suo posto durante i festeggiamenti di Santa Maria Infante la mostra fotografica organizzata da Accademia Fotografica a chiusura del corso di fotografia di primo livello tenutosi a Minturno. La mostra si è tenuta nei locali della Pro Loco, con il patrocinio del Comune di Minturno e con la collaborazione dell’AVIS e della Protezione Civile.
In tutto, 18 scatti esposti che variavano dal panorama, al ritratto, al macro, dal colore al bianco e nero, mettendo in pratica le tecniche acquisite durante il corso.
“Sono molto soddisfatto della riuscita dell’evento, soprattutto per i ragazzi, che finalmente dopo tanto hanno visto esposti i propri lavori” afferma Enrico Duratorre, presidente dell’Accademia Fotogr@fica, dopo il taglio del nastro in apertura dell'evento. Il presidente dell'associazione di fotografi ha colto anche l’occasione per ringraziare tutti gli amici di Santa Maria Infante ed il loro presidente per avere messo a disposizione il locale, tutti coloro che sono intervenuti e che hanno apprezzato l’iniziativa. Il ringraziamento ancora più senito del presidente dell'accademia è stato indirizzato all’amico fotoreporter Fabio Pirazzi, che, su invito personale di Enrico Duratorre, ha subito accettato di presenziare all’inaugurazione, soffermandosi a parlare con i ragazzi, e dando loro consigli per migliorare le gli scatti. Una lieta "fine corso" all'insegna di quelli che sono alcuni dei valori di Accademia Fotografica come la condivisione, l'amicizia e l'amore per l'arte.
 

giovedì 14 agosto 2014

Teatro di Minturno: la luce del Mercante di Venezia con Giorgio Albertazzi

Fotografia a cura di Enrico Duratorre
Voci, luci, suoni  e pioggia di applausi: mercoledì 13 agosto alle ore 21.30, sotto un cielo di stelle - lo stesso che osservavano i Romani che vivevano nell'antica Minturnae - il teatro di Minturno è tornato a splendere grazie alla magica interpretazione di Giorgio Albertazzi, nelle vesti di Shylock, l'ebreo eroe shakespeariano. Il Mercante di Venezia, con una sorprendente e suggestiva messa in scena, ha letteralmente incantato gli spettatori. Per poco, il pubblico immobile, assorto dalle vicende di Bassanio e Antonio, non si accorgeva della pausa a metà rappresentazione! Illuminati dal maestro Albertazzi, gli attori della truppa sono apparsi più convincenti che mai e come non apprezzare l'interpretazione vivace e fugace di Lancillotto? Oscure luci, ombre e maschere, un solo ponte sul palco per evocare Venezia, per evocare la casa paterna, Belmonte o ancora la miseria del mercante rovinato e la potenza del Doge clemente. Travolgente finale quello dato da Giorgio Albertazzi, diverso da quello di Shakespeare nel quale tutto finiva per il giusto verso, vedendo il trionfo assoluto dell'amore e dell'amicizia. Quale era allora il messaggio mercoledì sera? Dato l'esito delle vicende,  verrebbe da pensare che il racconto sia volto a esaltare l'opposizione tra la giovinezza rappresentata dai ragazzi e la vecchiaia rappresentata da Shylock - il preludio di una morte ineluttabile - senza però che una l'abbia vinta sull'altra. Presto, osservando attentamente ogni scena, si scorgono influenze da diversi autori europei, come Sartre, per esempio e la filosofia esistenzialista. Il gioco di luci sapientemente gestito dalla regia aumenta il carisma dei personaggi e l'impronta data al loro agire. Uno spettacolo intenso che ha offerto un grande momento di emozione alla fine, quando il pubblico, ormai in piedi a battere le mani, ha richiamato per la terza volta Giorgio Albertazzi per poi scendere in un'unica processione verso di lui, ancora applaudendo. Arrivata sotto il palco del teatro millenario, la folla commossa, ha permesso all'attore di un talento ineguagliabile, di ricevere tutta la stima e l'affetto che non è riuscita a trattenere. In una intervista alla nostra Redazione, il direttore artistico, Giacomo Carlucci, aveva in qualche parola illustrato la scelta degli spettacoli della rassegna teatrale del sito archeologico di Minturno. Il 13 agosto, Il Mercante di Venezia, il 14 agosto Il Processo della Strega - sospeso durante la serata del 13 agosto per via di un incidente stradale dello staff in viaggio dalla Sicilia verso Minturno - e il 16 agosto Sogni e Bisogni sono la dimostrazione che anche a Minturno, in Provincia di Latina, sono ospiti nomi illustri. Per il direttore del Teatro Stabile di Napoli, è un'opportunità quella del Teatro di Minturno, quella di poter dimostrare, da parte degli abitanti del Basso Lazio, che si può realmente volere il meglio per il ricco patrimonio storico culturale del posto. Dopo un inspiegabile declino due anni fa del teattro, la breve rassegna di agosto 2014 si prefigura come un anticipo di quel che si potrebbe fare durante una stagione intera, magari la prossima. Il direttore artistico spiega che lo spettacolo di Il Mercante di Venezia è stato fortemente voluto proprio per quel che rappresenta Giorgio Albertazzi nel panorama teatrale nazionale. La scelta dello spettacolo Il Processo della Strega - purtroppo sospeso all'ultimo minuto -  è una scelta particolare per il tema trattato - condanna al patibolo delle streghe - ma anche perché permette all'attrice Ornella Muti di esibirsi in un ruolo molto diverso da quelli in cui si è soliti applaudirla. Per quel che concerne infine Vincenzo Salemme - informa Giacomo Carlucci -  è stato scelto per ottenere un avvicinamento ancora maggiore del pubblico del Basso Lazio, dal quale l'artista partenopeo è già molto apprezzato. Una rassegna di eccezione, curata con arte e sapienza, serate meravigliose che, si spera, non resteranno comete fuggenti in rotta verso altre galassie. Intanto, gli spettatori di mercoledì sera assaporano ancora le meraviglie di una rappresentazione di eccezione.

lunedì 21 luglio 2014

La testa tra le stelle o la meravigliosa serata di sabato 19 luglio, a cura del GAM

Foto a cura del GAM
Si è svolta sotto un cielo sereno e stellato la serata di sabato 19 luglio 2014 dedicata alla scoperta di Saturno organizzata dal Gruppo Astrofili di Minturno. Comodamente trasportati dalla navetta nell'area protetta di Monte Orlando, i partecipanti all'appuntamento sono stati accolti da Giuseppe Conzo e dal suo staff. La serata è iniziata con una piacevole conferenza presentata dallo stesso Giuseppe che aveva come obiettivo quello di presentare le principali caratteristiche di Saturno, dalla posizione del pianeta nel nostro sistema solare fino alla sua struttura interna, passando per spiegazioni per quel che riguarda Titano, il sattellite di maggiore dimensione che ruota intorno a Saturno e qualche delucidazione circa i famosi e affascinanti annelli. Tra tutti i presenti, molti bambini gradevolmente sorpresi di non essere stati esclusi dal discorso di Giuseppe grazie all'infinita chiarezza di questo ultimo, cultore della materia da diversi anni. Per illustrare meglio ancora quanto detto dal relatore, sono state proiettate fotografie scattate dalla sonda Cassini, entrata nell'orbita di Saturno il primo luglio 2004. La sonda festeggia quindi questo anno dieci anni di attività e ha permesso agli scienziati di scoprire ulteriori caratteristiche del pianeta. Terminato l'incontro di circa venti minuti nella sala del museo di Monte Orlando, ad attendere qualche metro più su bambini e adulti già meravigliati da quanto esposto durante il perfetto e conciso intervento di Giuseppe, due magnifici telescopi. Naturalmente, per i membri del gruppo astrofili, scoprire Saturno significava anche fare un viaggio nello spazio. Così, senza che i partecipanti fossero ancora certi di stare con i piedi a terra, una volta spente tutte le torce elettriche e dimenticati i cellulari, lo staff del GAM ha mostrato come riconoscere l'Orsa Maggiore, la costellazione dello Scorpione, del Cigno, perfino la via lattea, il confine del nostro sistema e Saturno, che a occhio nudo appariva come un puntino luminoso lontano. Perfino gli adulti venuti per accompagnare i più piccoli si sono immaginati su un carro a tirare il velo della notte...Gli occhi già pieni di meraviglia, ogni partecipante si è avvicinato all'attrezzatura messa  a disposizione dal GAM e lo staff, con entusiasmo, ha permesso di osservare Saturno un po' più da vicino. Un' immagine indimenticabile! Giuseppe ha spiegato che il pianeta non è visibile sempre e per giunta occorre osservarlo in un determinato momento della serata. Molti, increduli, fissavano l'obiettivo e poi guardavano il puntino luminoso nel cielo blu, come se stessero sognando! Chiunque volesse poi porre domande era ascoltato con attenzione e cortesia. L'atmosfera di questo incontro sotto le stelle era molto rilassata e all'insegna della condivisione del sapere, quella condivisione che unisce tutti gli uomini e non li divide più. Come sottolinea Giuseppe Conzo, è importante sensibilizzare gli esseri umani alla vita e alle bellezze che li circondano. Questo scopo si può raggiungere anche con la testa fra le stelle...Per concludere, l'Ente Parco Regionale Riviera di Ulisse ha offerto a tutti un momento magico: sono state rilasciate, a chiusura dell'evento, due civette curate del Centro di Recupero di Animali Selvatici del Parco. Prima di rilasciare i rapaci, i dipendenti del Parco hanno avuto la premura di soddisfare la curiosità dei bambini, senza tuttavia spaventare i due esemplari degli strigidi. Un appuntamento, quello del GAM, di alto livello culturale, svoltosi con semplicità, amore per la natura e rispetto di tutti, astri e animali compresi; una parentesi atemporale che ha permesso a tutti di comprendere che il mondo migliore che sogniamo fa parte di noi e resta a portata di mano. I membri del GAM mostrano il buon esempio. Per seguire il GAM e gli eventi proposti: www.astrominturno.it

lunedì 14 luglio 2014

Vi va di osservare Saturno...un po' più da vicino? Appuntamento a Monte Orlando il 19/07 alle ore 21.00!

Sabato 19 luglio 2014 alle ore 21.00 nell'area prottetta di Monte Orlando, il Gruppo Astrofili di Minturno, l'associazione Ambiente & natura è Vita e l'Ente Parco Regionale Riviera di Ulisse vi invitano alla scoperta del magico pianeta Saturno e dei suoi anelli. Dio dell'abbondanza, della fecondità e del passare delle stagioni, Saturno suscita interesse ancora oggi...ma non perché questo nome per noi significhi qualcosa dal punto di vista religioso. Saturno è il sesto pianeta del sistema solare e con i suoi infiniti anelli appassiona astronomi, astrofili e curiosi sin dalla sua scoperta nel diciasettesimo secolo. Quanti misteri avvolgono ancora oggi Saturno e i suoi satelliti? Potrebbe diventare questo gigante gassoso un giorno una meta per noi umani? Quanti sono i suoi anelli? Sono fermi o in movimento? E di che materia sono fatti? La risposta a tutte queste domande la avranno sicuramente i membri del GAM, gruppo di astrofili di Minturno, nato nel 2011 grazie agli incontri organizzati da Giuseppe Conzo, nella propria abitazione. Visto l'aumentare del numero di partecipanti agli incontri, Giuseppe ha pensato di creare un gruppo di appassionati di astronomia. Grazie alla sinergia tra il GAM, l'associazione Ambiente & natura è Vita e l'Ente Parco Regionale Riviera di Ulisse, è possibile rendere gli appuntamenti con le stelle fruibili a tutti coloro che vogliono partecipare permettendo l'uso di attrezzature adeguate per osservare sul campo. C'è sempre un momento per sognare, non perdetelo! Info e prenotazioni:
Gianluca: 3407148088 Marco: 3334749032.