giovedì 6 agosto 2015

Chocolat o il trionfo di Marche-en-Famenne!

Un autentico e meritato successo per la truppa teatrale Costellazione che ha presentato mercoledì  5 agosto  2015 sul palco del teatro de La Maison de la Culture di Marche-en-Famenne, l'adattamento di Chocolat. Roberta Costantini e la sua truppa hanno scatenato una pioggia di applausi interminabili e standing ovation dopo aver recitato l'inno alla libertà che rappresenta la storia di questa donna misteriosa, giunta in un paese di campagna per aprirvi una cioccolateria. Tutto in questa donna misteriosa evoca la trasgressione, il rosso, il fuoco...il diavolo e l'inferno. Gli abitanti, legato alla Chiesa e alle tradizioni secolari, sono scandalizzati, stupiti e poi felici di vedere che si può scegliere il percorso di vita da fare. Tutti si recano nella cioccolateria ogni giorno e chiacchierano, dicono di loro, quasi si confessano. Soltanto la Contessa, il sindaco del paese, vede in questa apertura una reale disgrazia. Gli spettatori delle Estivades hanno vissuto mercoledì 5 agosto un grande momento artistico, grazie al talento degli attori di Costellazione, ma anche grazie alla favolosa messa in scena - curata integralmente de Roberta Costantini e suo marito Marco - che permette agli spettatori di ogni età di assistere allo spettacolo e di comprendere, fra suoni, balli e dialoghi, il senso di questa opera magnifica. Pochi oggetti che gli attori manipolano e che prendono tutte le forme desiderate. In questo modo una striscia di tessuto è di volta in volta un cane, una sensazione di piacere, una tovaglia...e le sedie sono sedie, ma anche sbarre e croce...Un mondo favoloso quello creato da Roberta Costantini nel quale gli spettatori sono entrati a partire dal salone antistante la sala del teatro di Marche, quando gli attori sono scesi dall'immensa scalinata con dei vassoi carichi di...chocolat belga! Chocolat, la rappresentazione dell'eccellenza artistica italiana in Belgio, grazie a Costellazione, al festival internazionale di Teatro Les Estivades!

giovedì 30 luglio 2015

Chocolat: La Costellazione di Formia raggiunge il Belgio per le Estivades 2015!

Dopo la Corea del Sud, il Canada, il Marocco, la Macedonia, la Francia, la Lituania, la Repubblica Ceca e la Finlandia, La Costellazione torna in Belgio il 5 agosto 2015 in occasione delle Estivades 2015! La compagnia teatrale di Formia avrà l'onore di rappresentare l'Italia in questo festival che si tiene nella città di Marche-en-Famenne, in una delle regioni più belle e suggestive del Belgio. Il festival è  organizzato presso la Maison de la Culture di Marche-en-Famenne ogni tre anni, da Studio Liegi. Questo anno, La Costellazione porta con sé Chocolat. La regia è di Roberta Costantini per una commedia davvero...deliziosa, visto che il tema delle Estivades, per questa edizione 2015, è il peccato di gola!L'opera scelta dalla regista di Formia è ispirato quella di Joanne Harris... e si rivela davvero promettente! Le Estivades è un festival internazionale di creazione teatrale che è stato creato nel 1988 al fine di declinare - senza competizione - tutti gli aspetti del teatro. Così, la Costellazione di Formia, con la sua brillante truppa rappresenterà il savoir-faire italiano e se non potrete trovare un volo per raggiungerci in tempo, la Redazione della Nuova Gazzetta di Gaeta non mancherà l'occasione di recarsi allo spettacolo! Chocolat, il 5 agosto 2015 alle ore 20.00 a Marche-en-Famenne e l'ingresso è gratuito!

lunedì 27 luglio 2015

La mossa del cavallo o partita di scacchi con istruzioni in siciliano

Una fine Ottocento che appare come un giorno qualunque del 2015, la parola carozza che si legge a stento, quasi certo di aver letto macchina. Una mossa saggia, quella del cavallo che avanza di tre caselle con due possibili direzioni...un modo per dare l'impressione di avere una direzione ben precisa, finché il giocatore decida: destra o sinistra? Vero o falso? Giusto o sbagliato? Una dicotomia, infernale senza mezze misure. Giovanni Bovara è un uomo come molti, umile e attaccato ai valori della nostra civiltà occidentale, i quali non trovano spazio accanto all'omertà della Sicilia. E' uno di noi che porta con sé la sua storia, le sue radici, la sua vita a Genova e i suoi studi, con una pietas pari a quella di un eroe di tragedie. Arriva in pieno sud per sostituire un suo collega, morto in condizioni sospette, come il loro predecessore. Carte mischiate, rovistate e sottratte da un avvocato che agisce per il bene del popolo. Un prete poco furbo per chi le sue fedeli sono attrici delle sue fantasie represse, una donna di scarsa morale, un cugino geloso. Parte un colpo di pistola, nell'arsura pomeridiana. E così, Giovanni Bovara è costretto ad adattare il suo linguaggio. Il vernacolo siciliano appare come l'unica possibilità di esprimersi e di essere compresi. La lezione è presto imparata e nonostante quello che ha capito, Giovanni deve accettare di capire quel che alcuni gli dicono sia. Giovanni, a quel punto, sceglie: 1, 2, e 3, a forma di L. La Mossa del Cavallo, Andrea Camilleri, un capolavoro ispirato a Politica e mafia del 1876, di Leopold Franchetti.

Jazz Festival Gaeta: si riparte!

Grande successo il 24 luglio 2015 alle ore 21.30 presso il Molo Sanità, nell'incantevole cornice di Gaeta Medievale, per il primo appuntamento della rassegna 2015 del Gaeta Jazz Festival 2015. Sul palco, Andrea Molinari, il giovane chitarrista marchiggiano con il suo quintetto e il sassofonista americano, Logan Richardson! Una serata che si è rivelata davvero splendida grazie ai suoni armoniosi e sorprendenti soffiati dolcemente nelle notta di venerdì 24 luglio. Gli artisti hanno conquistato il folto pubblico presente in piazza, nonostante il tempo incerto. Il 1 agosto 2015 alle ore 21.30, sarà Alice Ricciardi a deliziare i suoi fan e tutti gli amanti del jazz che si recheranno a Gaeta grazie alla sua voce sensuale. Per la presentazione del nuovo album OPTICS (pubblicato per Inner Circle Music- USA),  la giovane artista sarà accompagnata dai talentuosi musicisti Pietro Lussu al piano, Enrico Bracco alla chitarra, Luca Fattorini al contrabbasso e Marco Valeri alla batteria. Un altro appuntamento con un'artista di rilevanza internazionale da non perdere,  per vivere una serata piena di magia...tra mare, stelle e jazz, a Gaeta. Non mancate!

martedì 21 luglio 2015

Segni, suoni e parole...Come una conchiglia, vivete un momento di meraviglia!

Tanto attesa l'ultima opera della nota giornalista Sandra Cervone, Come una conchiglia dalla copertina intrigante e luminosa curata da Mino Forcina, sarà presentato giovedì 23 luglio 2015 alle 19.30 nella splendida chiesa della Sorresca di Gaeta, nel quadro della rassegna culturale dell'estate 2015, In Chiostro! Un momento di pura letteratura, dove saranno presenti personalità di spicco del mondo letterario del Golfo di Gaeta, come la giovane e promettente scrittrice Alessia Maria Di Biase - la quale continua a emozionare i lettori con Dell'Amore più grande - il critico e saggista Alessandro Izzi, più volte recensito per opere come Topi nel muro o ancora La Valigia dei destini incrociati. Sandra Cervone sarà presente a sua volta per parlare di Come una conchiglia, racconto ispisrato a un viaggio a Taiwan risalente al mese di agosto del 1989, edito da DeComporre Edizioni. L'autrice, scrittrice, giornalista, ma anche poeatessa, ha il dono di rendere la scrittura - dunque anche la lettura - affascinante. Le parole di Sandra come fili d'argento che scivolano nella notte del tempo, portando con sé emozioni vere, racchiuse in una conchiglia di qualche pagina... Giovedì 23 luglio 2015, alle ore 19.30, avete un appuntamento! Non dimenticate!

Volti svelati: il sito archeologico di Gianola svela i suoi antichi segreti!

Continua a sorprenderci questo nostro territorio che narra la sua antica storia attraverso la lussureggiante vegetazione, le sue acque tranquille e le sue vestigia di epoche passate. Mercoledì 15 maggio 2015 sono stati presentati a Roma, nelle sale dell'Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro,  reperti risalenti al II e III secolo DC, ritrovati a Gianola e appartenuti probabilmente all'Edificio Ottagono che affaccia sul Golfo, nella villa di Gianola. Cinque sculture e frammenti a altorilievo, quelli che i fondi POR-FESR della Regione Lazio, stanziati al Parco Regionale Riviera di Ulisse hanno permesso di restaurare grazie alla preziosa collaborazione tra la Sopraintendenza Archeologia del Lazio e dell'Etruria Meridionale e l'ISCR. Si tratta precisamente di cinque volti imponenti che ritraggono personaggi maschili vissuti tra il II e il III secolo DC.  Probabilmente, era stata allestita, nella villa presumibilmente voluta dal cavaliere formiano Mamurra, una galleria da parte di una famiglia altolocata in epoca imperiale. Magie e storie da raccontare quindi nel Golfo di Gaeta che ogni istante riallaccia il suo presente con la sua meravigliosa storia passata. I cittadini di tutta Italia, ma anche di tutta l'Europa, ringraziano dunque  gli attori di questo fortunato e gioioso ritrovamento.

mercoledì 8 luglio 2015

Norma, spazio ai libri con la Fiera del Libro in Chrysallidem!

Ecco per voi lettori un'emozionante intervista che introduce la manifestazione culturale intitolata Chrysallidem che si terrà a Norma dal 10 al 12 luglio 2015 e curata dall'Associazione Culturale Calliope in collaborazione con l'Assessorato al Turismo e alle Politiche Giovanile del comune pontino. Un week-end che si annuncia all'insegna dell'aggregazione, della condivisione e della cultura, nella romantica Norma, con un ricco programma di eventi che comprende perfino due tavole rotonde su temi di grande attualità. Presentazioni di libri di autori della provincia di Latina, reading e  presenza anche del Premio Strega Antonio Pennacchi, i membri di Calliope non vi faranno mancare nulla! La nostra Redazione ha avuto l'immenso onore di potere intervistare, a qualche ora dall'inizio di questo favoloso evento - al quale auguriamo mille volte mille edizioni- il presidente dell'associazione Calliope, Rachele De Angelis e vi invitiamo a leggere le rivelazioni accordate al nostro giornale.